Il Comune dà vita al CoAdi la consulta delle associazioni

NUORO. Il Comune getta le basi per l'istituzione della CoAdi, la Consulta Comunale delle Associazioni dei Disabili, nata col fine di promuovere e garantire degli strumenti di collegamento tra la...

NUORO. Il Comune getta le basi per l'istituzione della CoAdi, la Consulta Comunale delle Associazioni dei Disabili, nata col fine di promuovere e garantire degli strumenti di collegamento tra la società civile e gli organi di governo locale, e per limitare ogni processo di emarginazione sociale. Nel corso di un incontro tra il sindaco Andrea Soddu, l'assessore ai Servizi Sociali Valeria Romagna, la consigliera Giovanna Zedde e i referenti delle associazioni cittadine che si occupano di assistenza ai disabili affetti da malattie neuro degenerative come Sla, morbo di Alzheimer e Parkinson, è stata espressa la volontà di creare attraverso la Consulta uno spazio di confronto, di scambio di idee e di progetti, attualmente costituita da varie associazioni cittadine, attraverso un organismo ufficiale propositivo e consultivo, che opera quale strumento di partecipazione dei cittadini alle realizzazione di politiche dirette a garantire a tutti i cittadini pari opportunità, nel superamento delle limitazioni derivanti da situazioni di disabilità.

«La CoAdi è un importate strumento di democrazia partecipata – ha commentato il sindaco –. Abbiamo spesso sottolineato l'alto senso di solidarietà della nostra comunità che attraverso questo progetto vuole rivedere la nostra città con gli occhi di chi vive nelle difficoltà quotidiane». A breve si metterà in moto l'iter per l'istituzione della consulta che passerà regolarmente per la commissione servizi sociali e il consiglio comunale. (s.t.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes