La Nuova Sardegna

Nuoro

olzai

“Lost in Sardinia” vince a Cortina

 “Lost in Sardinia” vince a Cortina

L’azienda Erkìles di Curreli come un set cinematografico

23 marzo 2017
2 MINUTI DI LETTURA





OLZAI. Ha voluto raccontare al mondo in maniera non convenzionale le più recenti evoluzioni del mondo rurale sardo: un viaggio tra numerose aziende della Sardegna compresa quella dell'olzaese Giovanni Agostino Curreli, che ha messo a disposizione la sua Erkìles come set cinematografico, per spiegare al pubblico l’evoluzione dei formaggi pecorini a caglio vegetale del caseificio. È il progetto audiovisivo Lost in Sardinia realizzato dalla casa di produzione cinematografica cagliaritana Karel Film e diretto da Davide Melis che ha ottenuto un altro prestigioso riconoscimento: il premio speciale del festival cinematografico di Cortina d’Ampezzo per il miglior cortometraggio dedicato al tema dell’agricoltura. Il premio “Bayer Coltura & Cultura” è stato consegnato nella giornata inaugurale della rassegna che si svolge a Cortina dal 20 al 26 marzo e che è arrivata alla dodicesima edizione. «Finanziato due anni fa dall’assessorato regionale dell’Agricoltura con i fondi del Psr – spiegano dalla casa cinematografica – è un progetto audiovisivo comprendente un cortometraggio e 25 episodi diluiti in una web serie. Protagonista è Sibylle, una giovane punk interpretata nella fiction dalla attrice cagliaritana Tamara Iaia. La studentessa universitaria Sibylle sognava di vincere una borsa di studio sul marketing e andare a Londra. Invece, si ritrova catapultata nelle campagne della Sardegna, per fare un’indagine su alcune aziende di eccellenza. Il progetto cinematografico ha raggiunto un pubblico molto vasto attraverso la rete con la diffusione tramite i social, ma anche attraverso videoproiezioni nelle scuole, in manifestazioni culturali e sagre locali». Ha inoltre ottenuto lusinghiere recensioni nella stampa specializzata e importanti riconoscimenti, come il “Premio Treccani Web” conquistato nel 2015 e il secondo posto nel concorso promosso nel 2016 dal Parlamento Europeo “European Public communications Prize”. (m.c.)

In Primo Piano
Maltempo improvviso

Olbia, il forte vento devasta lo stabilimento di My Sportabilità

Video

Europeade del folklore, Alessandra Todde: «Nuoro al centro della cultura europea»

Le nostre iniziative