La Nuova Sardegna

Nuoro

Commerciante uccisa a coltellate a Budoni, gli ultimi fendenti alla bocca e alla gola

di Gianna Zazzara
Commerciante uccisa a coltellate a Budoni, gli ultimi fendenti alla bocca e alla gola

Lu Xian Cha, cinese di 36 anni e mamma di due bambini, è rimasta verosimilmente vittima di una rapina finita nel sangue. Per terra il registratore di cassa vuoto. Ora è caccia all'assassino

11 aprile 2017
2 MINUTI DI LETTURA





BUDONI. Assassinata con più di 11 coltellate durante una rapina. I fendenti l’hanno raggiunta al petto, alle braccia, alle gambe, nell’estremo tentativo di difendersi. Poi, le due ultime pugnalate alla gola e alla bocca: la lama le ha trapassato il volto da un lato all’altro. È morta così Lu Xian Cha, 36 anni, una commerciante cinese sposata e madre di due bambini di 11 e 5 anni, da lungo tempo residente a Posada. La donna è stata uccisa all’interno del negozio che gestiva in via Emilio Lussu. Il suo corpo, devastato dai fendenti e immerso in un lago di sangue, era ai piedi del registratore di cassa con i cassetti vuoti.

[[atex:gelocal:la-nuova-sardegna:foto:1.15176392:MediaPublishingQueue2014v1:https://www.lanuovasardegna.it/foto/2017/04/10/fotogalleria/budoni-commerciante-cinese-massacrata-con-11-coltellate-1.15176392]]

A scoprire il delitto è stato un cliente, entrato nel negozio intorno alle 19.30 per acquistare dei piatti. Dopo aver salutato, l’uomo è rimasto sorpreso per il fatto che nessuno gli rispondesse e gli andasse incontro. Ha chiesto a voce alta se nel negozio ci fosse qualcuno e si è diretto verso la cassa. E ha visto il massacro.

[[atex:gelocal:la-nuova-sardegna:nuoro:cronaca:1.15176215:gele.Finegil.StandardArticle2014v1:https://www.lanuovasardegna.it/nuoro/cronaca/2017/04/10/news/budoni-donna-uccisa-con-11-coltellate-1.15176215]]

Senza pensarci un solo istante, terrorizzato per quel che aveva appena visto, l’uomo ha dato immediatamente l’allarme. Nel negozio di via Lussu sono arrivate alcune ambulanze del 118 e i carabinieri, ma gli operatori sanitari si sono resi conto di non poter far nulla per la donna: era morta da almeno mezz’ora, massacrata dalle coltellate.

Servizio completo nel giornale in edicola e nella sua versione digitale

In Primo Piano
L’isola a secco

Dramma siccità, a Budoni «caccia alle streghe» verso chi usa l'acqua

di Paolo Ardovino
Le nostre iniziative