Violenza privata e danneggiamento rinviati a giudizio

Per la pubblica accusa, nel corso delle proteste che l’anno scorso avevano animato il mondo delle campagne per la questione del prezzo del latte, si erano macchiati di due reati: violenza privata e...

Per la pubblica accusa, nel corso delle proteste che l’anno scorso avevano animato il mondo delle campagne per la questione del prezzo del latte, si erano macchiati di due reati: violenza privata e danneggiamento. In sostanza, stando alla ricostruzione fatta dagli investigatori, durante una di quelle giornate di manifestazioni sulla 131 dcn, erano saliti su un camion di un’azienda che trasforma il latte e ne vende i prodotti, e avevano versato sulla strada tutto il contenuto di prezioso liquido bianco. Di qui, dunque, le accuse di violenza privata e danneggiamento. La vicenda, al termine delle indagini, è arrivata all’udienza preliminare ieri mattina al quarto piano del Palazzo di giustizia. I tre imputati, per i quali l’accusa ha chiesto il rinvio a giudizio, sono tre allevatori di Siniscola. Non pubblichiamo i nomi perché nella vicenda è coinvolta anche una minorenne – la figlia dell’unica donna imputata – che, stando alle indagini, era stata fatta salire sul camion del latte mentre andava in scena la protesta. E per questa ragione, la posizione di alcuni degli imputati è “aggravata”. Per i tre allevatori, dunque, ieri mattina è arrivata l’udienza preliminare decisiva, al termine della quale, il gup Teresa Castagna ha disposto per tutti il rinvio a giudizio. I tre hanno scelto di essere giudicati a dibattimento, e non con un giudizio abbreviato. Il processo nei loro confronti comincerà il prossimo 10 novembre. (v.g.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes