La festa manna si fa in forma ridotta

Regole e orari per celebrare la novena di Santa Maria de Sauccu

BORTIGALI. La situazione di emergenza impone cautela e non può non condizionare le decisioni da assumere anche al cospetto di una delle feste più sentite dai bortigalesi, quella di Santa Maria de Sauccu. A dirlo è uno degli obrieri in carica, Cristian Mura, che spiega: «Ci troviamo ad organizzare una festività molto importante per l’intera comunità bortigalese e noi e le nostre famiglie siamo i primi ad essere dispiaciuti della situazione complicata che, nostro malgrado, siamo costretti a fronteggiare. Ma poiché a noi spetta il compito gravoso non solo di esprimere delle opinioni ma di prendere anche delle decisioni, ribadiamo il nostro fermo convincimento: in questa fase di incertezza sanitaria è opportuno limitare al minimo gli assembramenti, sia per rispettare le disposizioni vigenti, sia per ridurre il rischio di eventuali contagi».

Queste le ragioni per le quali si è deciso di far svolgere la novena, prevista da oggi al 16 settembre alle ore 18, nella parrocchia di Santa Maria degli Angeli e non, come tradizione, nella chiesetta del suggestivo borgo montano, e di rivedere le modalità di svolgimento delle diverse funzioni.

«La statua di Santa Maria manna – aggiunge ancora Cristian Mura – era presente in parrocchia ieri per la funzione pomeridiana delle ore 18. La messa del 17 settembre sarà celebrata alle 10,30 e sarà seguita, se possibile, da una breve processione con accompagnamento del simulacro alla chiesa di Santa Croce. In ogni caso occorrerà tener conto del numero dei partecipanti, che dovrà essere necessariamente contingentato. Confidiamo nel buon senso dell’intera comunità bortigalese nel partecipare a novena e processione».



WsStaticBoxes WsStaticBoxes