Contratto sciolto per la gestione delle aree di sosta nel centro abitato

SINISCOLA. Si è risolto consensualmente il contratto tra l’amministrazione comunale di Siniscola e la ditta che due anni orsono si era aggiudicata l’appalto per la gestione delle aree di sosta nel...

SINISCOLA. Si è risolto consensualmente il contratto tra l’amministrazione comunale di Siniscola e la ditta che due anni orsono si era aggiudicata l’appalto per la gestione delle aree di sosta nel centro abitato. L’epidemia di Covid e i lavori per la realizzazione della rete del gas nelle vie principali della cittadina baroniese, hanno provocato una lunga interruzione del servizio e pertanto, di comune accordo, si è deciso di porre fine all’accordo stilato tra le parti. Il servizio di pagamento era partito nel mese di giugno del 2017 e ad aggiudicarsi il servizio sino al 2021 era stata la ditta Ampere sistemi. La società si era aggiudicata la gara d’appalto con la realizzazione di 250 stalli a pagamento delimitati dalle strisce blu tutti ubicati nelle vie principali della cittadina.

Il ritorno economico era stato inferiore a quello previsto e il primo appalto era stato ritoccato verso il basso sino alla successiva interruzione definitiva avvenuta nel gennaio dello scorso anno. Il comune dopo la risoluzione contrattuale con la ditta Ampere, aveva trovato un accordo per l’assegnazione della gestione alla SCT impresa che si era classificata seconda nel bando pubblico. Neanche questo secondo bando è stato però fortunato perche nel frattempo il pagamento della sosta, è stato interrotto a causa dell’epidemia da Covid che ha bloccato per lungo tempo la movimentazione delle auto e successivamente per l’apertura del cantiere per la rete del gas.

Per risolvere bonariamente la questione, si è quindi proceduto ad applicare una norma del contratto, che permetteva di di rescinderlo senza penali delle parti per cause imprevedibili o di forza maggiore per un periodo di tempo superiore ad un quarto della durata complessiva prevista per l'esecuzione dei lavori stessi, o comunque quando superino sei mesi complessivi. Considerato che a causa delle nuove restrizioni sanitarie, non si sa quando sarà possibile riprendere il servizio del parcheggio pagamento si è quindi deciso di rescindere il contratto. (s.s.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes