Vandali in azione alla Caletta e a Siniscola

Irruzione nella scuola secondaria della frazione. Il sindaco Farris annuncia controlli più severi

SINISCOLA. «Ci troviamo ancora una volta a dover registrare con grande disappunto atti di vandalismo e furti a danno delle scuole cittadine». È quanto affermato dal primo cittadino siniscolese Gian Luigi Farris in riferimento a quanto verificatosi la notte scorsa ai danni della scuola secondaria nella frazione di La Caletta, dove è stata divelta un finestra e preso di mira il distributore automatico. «Un gesto ignobile – prosegue Farris – fatto semplicemente per il gusto di danneggiare. Mi auguro almeno che smuova le coscienze più sensibili di questa città. Noi faremo di tutto per ripristinare con urgenza le condizioni di sicurezza, ma dobbiamo tutti insieme sdegnarci per il disvalore che questo terribile gesto rappresenta, ed isolare coloro che non rispettano le regole del vivere civile».

Non sarebbe un gesto isolato, come racconta il sindaco: «Nei giorni scorsi erano state prese di mira piazza Sardegna e piazza Don Migliorisi dove sono stati danneggiati arredi urbani, verde pubblico e pareti. Rotti anche catena e lucchetto del cancello d’ingresso della grotta di Gana e Gortoe, dove ignoti si sono introdotti. Invito chiunque abbia a cuore la nostra scuola, e la cittadinanza tutta, a riflettere sull’accaduto per far crescere il senso di responsabilità e il rispetto del bene comune. Siamo stufi di questi atti di vandalismo, simbolo della forma più vile dell’ignoranza e dell’idiozia, rispondiamo con sempre maggiore impegno e rialzandoci più forti e più uniti di prima. Servono più controlli e meno tolleranza nei confronti di chi compie questi gesti. Si tratta di episodi che colpiscono al cuore la nostra comunità. Siniscola non è questo e siamo pronti a reagire con fermezza».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes