Cinquanta positivi ad Aritzo, prorogata la zona rossa

Turisti all'ingresso di Aritzo, immagine di repertorio

Il commissario che guida il paese: "Impossibile, vista la situazione, allentare per ora le misure restrittive"

ARITZO. Mentre in tutta Italia si va verso la zona bianca, ad Aritzo, paese della Barbagia di Belvì di 1.200 abitanti, la situazione dei contagi non migliora - 50 attualmente i positivi al Covid - e il commissario che il guida il Comune, Antonio Monni, ha deciso di prorogare la zona rossa rinforzata fino al 25 giugno.

È dai primi di questo mese che Aritzo è in lockdown. Restano quindi chiuse tutte le attività commerciali salvo gli alimentari e la farmacia e si può uscire dal paese solo per motivi di comprovata necessità. I commercianti cominciano a protestare. Questa mattina una decina di loro ha dato vita a una manifestazione per esprimere il proprio disappunto, chiedendo di allentare le misure per consentire almeno le consegne a domicilio.

«Sono richieste che non possono essere accontentate - chiarisce il commissario Monni -. Abbiamo ancora una situazione di estrema criticità con numeri uguali a quelli di 10 giorni fa: secondo gli ultimi dati ricevuti dalla Assl di Nuoro, ci sono 50 persone positive e 80 in quarantena. Per ogni persona che si negativizza ne abbiamo un'altra che diventa positiva. Se i numeri non scendono - ribadisce - queste misure non possono essere allentate con mio grande dispiacere». (ANSA).

WsStaticBoxes WsStaticBoxes