Contagi Covid, i sindaci: vaccinatevi

L’appello del primo cittadino di Macomer: «Mettetevi nelle mani della scienza»

MACOMER. A Macomer la risalita dei contagi è lenta ma continua. I positivi al Covid sono 7 e 27 sono le persone in quarantena. «Siamo nel pieno della quarta ondata. Il virus prosegue la sua corsa. Ora più che mai – ha sottolineato il sindaco, Antonio Succu – è necessario usare tutte le armi a disposizione per impedirne il dilagare. Il vaccino resta la più potente. È l’antidoto in grado di ridurre, in maniera sensibile, la possibilità che un individuo possa infettarne degli altri e di attenuare i sintomi della malattia. Grazie al farmaco si riduce la probabilità di contrarre la forma grave, se non letale».

A distanza di pochi giorni dall’inoculazione della terza dose, il primo cittadino proclama la sua fiducia incondizionata nella scienza e negli scienziati. «Ho scelto di far vaccinare anche mio figlio dodicenne – ha raccontato –. Confido che chi nutre ancora dubbi o timori si metta nelle mani di uomini e donne che hanno un solo obiettivo: salvare vite umane». Da qui l’invito all’istituzione sanitaria perché, in tempi celeri, vengano effettuate le terze dosi per gli aventi diritto, compresi i pazienti allettati. Tanti i soggetti fragili che attendono l’inoculazione. Dovrebbero essere i medici di base a eseguirla, ma la carenza di personale potrebbe complicare l’iter.

«Per favorire la gestione Covid negli istituti scolastici serve una tempestiva comunicazione con l’Ufficio di Igiene pubblica. Solo così, dopo le segnalazioni di casi sospetti, si possono circoscrivere i contagi. Bisogna assicurare le lezioni in presenza. Impensabile tornare alla didattica a distanza». E se Macomer è costretta a fare di nuovo i conti col virus, anche Borore e Bortigali registrano un paio di casi. A Silanus, dove i positivi restano 4, il prossimo 3 dicembre si inoculerà la terza dose ai vaccinati il 7 maggio 2021. In programma anche una seconda giornata vaccinale da concordare con i relativi uffici sanitari.

«Gli interessati – ha fatto sapere il sindaco, Gian Pietro Arca– saranno contattati dal responsabile dei Servizi sociali che descriverà le modalità di svolgimento delle operazioni». Pure a Noragugume, il 30 novembre alle 15 al centro culturale, disponibile la terza dose di Pfizer per gli over 60 che abbiamo fatto il richiamo da almeno sei mesi, per chi ha fatto solo una dose ma ha passato il coronavirus e per gli immunizzati con Johnson & Johnson. «Sarà il benvenuto, e avrà la precedenza – ha spiegato la sindaca Rita Zaru – anche chi non ha ancora ricevuto la prima dose».



WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes