Dopo i test per il Covid la scuola riaprirà martedì

Macomer. Prorogata l’ordinanza del sindaco Succu sulla Materna di Sa Corte L’allarme era scattato dopo la scoperta di 14 alunni e 3 docenti positivi al virus

MACOMER. La scuola dell’infanzia di “Sa Corte”, in via Carducci, a Macomer resterà chiusa anche domani, lunedì 6 dicembre. Effetto della proroga dell’ordinanza emessa lo scorso 27 novembre dal sindaco Antonio Succu. «A seguito delle direttive del Dipartimento di prevenzione zona centro, e una volta conosciuto l’esito negativo dei tamponi – ha fatto sapere Sergio Masia, dirigente dell’Istituto comprensivo statale numero 1 – i soggetti coinvolti nello screening potranno fare rientro nel plesso martedì 7».

L’allarme, scattato dopo l’accertata positività al Covid di 17 persone, 14 alunni e 3 docenti, sembra dunque essere rientrato. A confortare sono pure i risultati dei test effettuati in una classe della primaria di Santa Maria. Tutti negativi gli alunni della quinta di via Salaris, a esclusione dei contagi già noti. «Nei prossimi giorni continuerà, come previsto dalle normative vigenti, la campagna screening. La circolazione del virus tra i bambini»- sottolinea il primo cittadino- «preoccupa per il numero crescente delle infezioni registrate nell’ultima settimana, ma è di conforto sapere che non siano accompagnate da sintomatologie gravi. Ad ogni modo, in tutto il Paese si attende l’arrivo, a partire dal 16 dicembre, delle dosi di vaccino per la fascia di età 5-11 anni. Dall’analisi degli elementi in possesso degli scienziati»- prosegue Antonio Succu- «oltre a rilevarsi alcune guarigioni, si evince che nessun positivo risulta essere ricoverato in ospedale. È, dunque, opportuno ribadire l’importanza dell’immunizzazione anti Sars- Cov2 che riduce in maniera sensibile la capacità di contagio dell’individuo vaccinato in caso di infezione ma determina, oltretutto, la possibilità di sviluppare la malattia infettiva, in caso di contagio, in forma non grave. Con una prognosi significativamente migliore e raramente letale». Intanto si aggiorna il numero dei positivi in città. L’ultima consultazione della piattaforma regionale, relativa a venerdì 3 dicembre, porta a 52 i soggetti infettati e a 44 quelli sottoposti a quarantena. «La percentuale di popolazione con coronavirus, e quindi in isolamento, è in crescita e si attesta sullo 0,52 per cento». Di pari passo proseguono le attività dell’hub nel centro polifunzionale di Sertinu. Operativo il mercoledì e il giovedì, continua a essere punto di riferimento per il Marghine e non solo. Previo appuntamento, dalle 9 alle 13 e dalle 14.30 alle 18, si possono effettuare prime e seconde dosi di Pfizer e Moderna, compresa la terza chiamata “booster”.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

WsStaticBoxes WsStaticBoxes