La Nuova Sardegna

Nuoro

Tragedia sfiorata

La Caletta, la festa nella notte finisce nel sangue

di Sergio Secci
La Caletta, la festa nella notte finisce nel sangue

Lite, rissa e coltellate in una villetta. Trentenne in Rianimazione, 22enne arrestato

01 dicembre 2023
3 MINUTI DI LETTURA





Siniscola Una banale discussione al termine di una serata tra amici si è conclusa con un accoltellamento e un ragazzo in rianimazione. L'episodio è accaduto al culmine di una festa privata in un’abitazione di via Cala Gonone, alla periferia della borgata turistica di La Caletta, alle pendici di Montelongu. Gianluca Dalu di trent’anni e il 22enne Daniele Mura dopo aver trascorso la serata in compagnia di una decina di amici hanno avuto un diverbio e nella colluttazione che ne è seguita è spuntato un coltello da cucina, secondo la ricostruzione fatta subito dopo l'accaduto: Dalu sarebbe stato colpito da un fendente alla schiena infertogli dall’amico con cui aveva bevuto e scherzato sino a pochi minuti prima.

Alla causa del diverbio potrebbe esserci probabilmente qualche bicchiere di troppo, fatto sta che dopo aver colpito l’amico con un coltellaccio che si trovava in cucina, l’aggressore prima che le persone presenti nella casa potessero intervenire si è allontanato velocemente, gettando in un cortile fuori dall’abitazione l’arma utilizzata. Gli amici rimasti all’interno della casa, si sono subito resi conto delle gravi condizioni di Gianluca Dalu e hanno immediatamente avvisato il 118 che in pochi minuti è arrivato sul posto assieme alla prima pattuglia dei carabinieri della compagnia di Siniscola. Le condizioni di Gianluca Dalu sono subito apparse gravi ai sanitari ed è partita la corsa verso l'ospedale di Olbia.

Dalu era cosciente, secondo quanto hanno affermato poi i giovani presenti sul posto, ma non sentiva la sensibilità delle gambe, così dopo il tragitto per giungere al San Giovanni Paolo II i medici hanno preferito dirottarlo direttamente al policlinico di Sassari, dove è stato immediatamente sottoposto a un intervento chirurgico per ridurre i danni della coltellata. Dalu è rimasto in sala operatoria per alcune ore e la prognosi è ancora riservata e le sue condizioni sarebbero ancora molto critiche.

A La Caletta nel frattempo i militari iniziavano a sentire i testimoni per una prima ricostruzione dei fatti, che permetteva agli investigatori di intuire la dinamica dell’aggressione e l’autore, il ventiduenne Daniele Mura, originario di Olbia ma residente in città. Prima dell’arrivo delle pattuglie dell’Arma Mura si sarebbe allontanato dal luogo della colluttazione liberandosi nelle vicinanze dell’arma utilizzata per ferire la vittima. Il coltello è stato ritrovato dai carabinieri durante i primi rilievi.

Più tardi il giovane, accompagnato dal padre e dall’avvocato difensore Giuseppe Casu, si è consegnato spontaneamente ai militari nella sede di via Isalle dove in prima mattinata è continuata la sfilata dei testimoni che sono stati sentiti per sommarie informazioni per ricostruire la dinamica degli eventi e soprattutto i momenti drammatici dell’alterco tra i due ragazzi. Per Daniele Mura l’accusa è di tentato omicidio, il giovane è stato fermato e messo a disposizione dell’autorità giudiziaria di Nuoro. All’interno dell’abitazione come conferma una nota della Prefettura di Nuoro, sono stati rinvenuti anche alcuni grammi di sostanza stupefacente, un bilancino di precisione e banconote di piccolo taglio.

Elezioni regionali 2024

Video

Elezioni regionali, ecco i volti di tutti i consiglieri eletti in Sardegna

Le nostre iniziative