La Nuova Sardegna

Olbia

la guardia di finanza

In manette un corriere della droga

In manette un corriere della droga

Al porto con mezzo chilo di cocaina. Fermato anche un complice

30 luglio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





OLBIA. Con fare disinvolto era sbarcato dalla nave Moby, appena arrivata da Livorno. Sguardo indifferente e un bagaglio a mano con circa mezzo chilo di cocaina dentro. Il giovane albanese di 28 anni non ha però ingannato l’infallibile fiuto dei cani della guardia di finanza. Uno degli animali, al passaggio del giovane, ha cominciato a dimenarsi facendo intuire ai colleghi la presenza di qualche sostanza sospetta nella borsa. Intuizione confermata dai fatti. A seguito della perquisizione è emerso che nel bagaglio a mano del giovane albanese era nascosta della droga. La cocaina era stata abilmente confezionata in due pacchetti sottovuoto, e nascosta nel caffè e nel dentifricio per confondere il fiuto dei cani. La cocaina, che avrebbe consentito di confezionare almeno 500 confezioni, era destinato mercato dello sballo nelle località turistiche isolane.

I militari sono riusciti a individuare anche la persona che attendeva il presunto corriere allo sbarco dal traghetto. Si tratta di un ventiseienne di origini albanesi che abita a Olbia. I due sono stati arrestati e trasferiti nel carcere tempiese di Nuchis.

Si fa sempre più stringente l’attività di controllo della guardia di finanza, in particolare in questo periodo, quando il territorio viene preso d’assalto dai turisti e per i corrieri della droga diventa più facile confondersi tra i vacanzieri. Ma le fiamme gialle non abbassano la guardia e intensificano i controlli in particolare allo sbarco delle navi, da sempre via di accesso della droga.

Lavoro

Sassari, il Comune assume 72 persone

Le nostre iniziative