La Nuova Sardegna

Olbia

zona bandinu

Quattro roghi in una notte di probabile origine dolosa

OLBIA. Nottata impegnativa per i vigili del fuoco. Alle prime ore di ieri sono dovuti intervenire per un primo incendio avvenuto a Terrata, alle porte di Golfo Aranci. La richiesta di aiuto è...

29 agosto 2014
1 MINUTI DI LETTURA





OLBIA. Nottata impegnativa per i vigili del fuoco. Alle prime ore di ieri sono dovuti intervenire per un primo incendio avvenuto a Terrata, alle porte di Golfo Aranci. La richiesta di aiuto è scattata intorno alle 2,30. Appena il tempo di rientrare alla stazione di zona Basa che i vigili sono dovuti intervenire per un altro rogo, in zona Bandinu. Anche in questo caso ad andare in fumo sono stati alcuni ettari di macchia mediterranea. Alle 5 altri due interventi. Prima a Plebi e a Migaleddu. I vigili del fuoco nella loro azione di spegnimento sono stati aiutati dalla forestale e dalla protezione civile.

La tempistica degli incendi, in così rapida successione fa pensare a una origine dolosa. Una tecnica molto usata dai piromani è infatti quella di far partire le fiamme in posti diversi, molto lontani gli uni dagli altri e in rapida successione così da mandare in tilt la macchina dei soccorsi. Che in questo caso ha comunque funzionato alla perfezione.

In Primo Piano
Incidente

Scontro fra auto in galleria sulla Nuoro-Lanusei: due feriti gravi

Le nostre iniziative