La Nuova Sardegna

Olbia

La Protezione civile: allarmi e soccorsi ora in tempo reale

di Dario Budroni
La Protezione civile: allarmi e soccorsi ora in tempo reale

Presentata una nuova applicazione per gli smartphone È stata donata al Comune dalla Eurocom dopo l’alluvione

30 agosto 2014
2 MINUTI DI LETTURA





OLBIA. La sicurezza pesa una manciata di megabyte. Per capire come comportarsi in caso di pericolo, o per chiamare i soccorsi e ricevere in tempo reale qualsiasi avviso di allerta, ora bastano due passaggi di pollice sullo schermo del proprio smartphone. Una piccola rivoluzione digitale pensata per migliorare il sistema di comunicazione quando la situazione precipita. Nella città ancora stravolta dall’alluvione ora sbarca la piattaforma Nowtice con tanto di app gratuita FlagMii, scaricabile da chiunque abbia uno smartphone. Un regalo che la società Eurocom, con sede in Emilia Romagna, insieme alla sua partner Regola, ha pensato di fare alla protezione civile del comune di Olbia dopo la tragedia del 18 novembre. La piattaforma è stata presentata dall’assessore alla Protezione civile Ivana Russu, dal sindaco Gianni Giovannelli e dai rappresentanti di Eurocom e Regola, Lorenzo Spadoni e Massimiliano Palma.

Cosa è. Si tratta di un servizio di organizzazione e invio notifiche per enti e istituzioni che hanno bisogno di comunicare in modo rapido ed efficace con la popolazione in caso di allerta. La centrale operativa della protezione civile di Olbia, dunque, con la piattaforma Nowtice può creare avvisi e messaggi da inviare ai cittadini, tramite l’applicazione e social network, e inviare anche informazioni a squadre di soccorso e tecnici per coordinare meglio le operazioni.

L’applicazione. Il cittadino, scaricando l’app FlagMii, può ricevere avvisi di allerta e informazioni certificate. E può ricevere anche indicazioni da seguire per essere guidati verso strutture e servizi di supporto. In caso di mancato feedback di ricezione, il sistema provvederà autonomamente a contattare l’utente attraverso altri canali, come sms, mail, telefono. Ma non solo. Il cittadino con l’applicazione può anche chiamare qualsiasi tipo di soccorso, vigili del fuoco, 118, forze dell’ordine, e farsi localizzare tramite le coordinate gps.

La sicurezza. È uno dei temi più discussi dal 18 novembre. Per questo la protezione civile comunale sta cercando di migliorarsi. «Stiamo compiendo passi importanti anche in materia di formazione– dice l’assessore Ivana Russu -. Inoltre stiamo svolgendo diverse campagne informative». Il sindaco Gianni Giovannelli ha annunciato che è stato presentato un progetto per accedere a un finanziamento regionale per la realizzazione di un sistema di monitoraggio dei canali. E anche che le tabelle delle fermate dei bus, in accordo con l’Aspo, in caso di allerta forniranno informazioni ai cittadini.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

In Primo Piano
Elezioni comunali 

Ad Alghero prove in corso di campo larghissimo, ma i pentastellati frenano

Le nostre iniziative