La Nuova Sardegna

Olbia

Spacciavano 50 euro falsi in Costa Smeralda, tre persone denunciate

Spacciavano 50 euro falsi in Costa Smeralda, tre persone denunciate

Porto Cervo, banconote taroccate al Sottovento e in un negozio: nei guai tre turisti

30 agosto 2014
1 MINUTI DI LETTURA





PORTO CERVO. Tre turisti, fra i quali un’impiegata di origine ucraina, che avevano speso banconote false da 50 euro durante la loro vacanza in Costa Smeralda sono stati scoperti e denunciati dai carabinieri della stazione di Porto Cervo.

A denunciare di aver ricevuto in pagamento carta straccia invece che denaro sono stati i titolari della celebre discoteca “Sottovento”, dove le banconote erano state spacciate da un commerciante 50enne di Bologna e da un piccolo imprenditore piacentino di 40 anni, e i titolari di un negozio alimentari di Porto Cervo dove a pagare con soldi falsi era stata la donna ucraina quarantenne residente nelle Marche.

Ai carabinieri sono arrivate in queste settimane altre segnalazioni dello stesso tipo.

Le banconote contraffatte, che gli inquirenti definiscono di pregevole fattura, saranno versate alla Banca d’Italia che provvederà ad approfondire le indagini tramite lo specifico reparto dei carabinieri specializzato nel contrasto alla falsificazione monetaria.

Nella seconda settimana di agosto, sempre in Costa Smeralda, un turista di Cerveteri (Roma), un disoccupato di 38 anni, era stato denunciato per aver speso banconote false da 20 euro in alcuni negozi di Arzachena.

In Primo Piano
Verso il voto

Gianfranco Ganau: sosterrò la candidatura di Giuseppe Mascia a sindaco di Sassari

Le nostre iniziative