Sinergia tra costa e interno Paci benedice il progetto

Presentata a Porto San Paolo l’iniziativa unitaria di 10 Comuni costieri e montani L’assessore alla Programmazione: scelta vincente per lo sviluppo economico

LOIRI PORTO SAN PAOLO. Costa e interno, blue economy e green economy in uno scambio proficuo tra mare ed entroterra. Il futuro del turismo che crea sviluppo economico e occupazionale sta in questa sinergia. Ed è questa la nuova scommessa che ha visto scendere in campo in un percorso comune l’Unione dei comuni Riviera di Gallura, il comune di Golfo Aranci e la Comunità montana del Monte Acuto: 10 comuni impegnati in un’unica direzione: elaborare e far finanziare un progetto che generi occupazione per il territorio. È stato presentato due sere fa all’assessore della Programmazione Raffaele Paci a Loiri Porto San Paolo, ospite del sindaco Giuseppe Meloni con i presidenti dell’Unione Monte Acuto Andrea Nieddu e Riviera di Gallura Domenico Mannironi, il presidente di Unioncamere Agostino Cicalò e alla presenza dei dieci sindaci coinvolti, di consiglieri regionali del territorio, imprenditori e rappresentanti sindacali.

«Creare sinergia fra la costa e l’interno è in assoluto la scelta vincente, e questo territorio su questo sta scommettendo – ha detto Paci –. Un territorio che ha una sua specificità e che sta cercando di individuare un quadro normativo per vederla riconosciuta. Sono sicuro che questo progetto saprà intercettare e utilizzare al meglio i segnali di ripresa che iniziamo a vedere e che in pochi mesi arriveremo alla firma dell'accordo. Abbiamo i turisti nella costa, dobbiamo portarli all’interno, offrire i prodotti locali in uno scambio proficuo per tutta la comunià».

Turismo, cultura, ambiente, agroalimentare. Si fonda su queste direttive l’idea di sviluppo della Comunità Montana Monte Acuto, dell'Unione di Comuni Riviera di Gallura e del comune di Golfo Aranci. Quindi, valorizzazione delle produzioni agroindustriali (Vermentino di Gallura ma anche formaggi e dolci da forno), allevamento ovino e bovino, valorizzazione degli attrattori legati al lago Coghinas e del legame costa-interno, del patrimonio archeologico e religioso, dei borghi con tutto il calendario degli eventi. La strategia mira a rafforzare la competitività del sistema delle imprese per migliorare la qualità della vita dei cittadini: investimenti in tecnologie e infrastrutture, formazione e aggiornamento degli operatori, creazione di reti d’impresa e filiere produttive per migliorare il livello di organizzazione e commercializzazione di prodotti e servizi, abbattimento dei costi energetici e realizzazione di reti di banda larga, investimenti in immobili del centro storico e viabilità secondaria, video sorveglianza e poi strutture sportive e al servizio degli anziani.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes