Per l’isola pedonale nel centro storico solo una fumata nera

Vertice tra l’amministrazione comunale e i commercianti  In discussione la possibilità di rivedere il provvedimento

TEMPIO. Sul mantenimento o meno dell’area pedonale nel centro storico la giunta comunale per il momento decide di non decidere e di allargare ulteriormente il confronto con altri incontri. Fumata nera, dunque, e l’isola pedonale istituita il 18 maggio scorso fra piazza Gallura, via Roma superiore, piazza Italia, corso Matteotti e piazza don Minzoni (peraltro già riaperta al traffico e a posteggio delle auto nei giorni scorsi), continuerà ancora a essere in vigore sino a nuove disposizioni.

Lo rende noto la stessa amministrazione comunale al termine di un incontro, svolto l’altro ieri, fra la giunta, il capogruppo di minoranza di “Tempio cambia”, Nicola Comerci, il presidente della Confcommercio cittadina, Patrizio Saba, ed alcuni rappresentanti delle attività commerciali e dei pubblici esercizi del centro storico. L'argomento trattato riguardava la permanenza o meno dell'area pedonale. «Al termine dell’incontro – dice l’amministrazione comunale – si è ritenuto di dover esaminare ancora la questione, allargando ulteriormente il confronto per raccogliere le proposte e ascoltare le esigenze di chi opera in quella parte della città, destinata ad isola pedonale». «Per quanto possibile – prosegue l’amministrazione comunale – si ritiene che in questo momento così difficile, la condivisione a più livelli e il confronto sulle reali necessità delle categorie economiche cittadine, siano quanto mai strumenti necessari e utili, senza trascurare, ovviamente, le esigenze della popolazione residente. L’incontro di giovedì pomeriggio è stata l’occasione per un confronto proficuo e con molti interventi propositivi».

L’amministrazione comunale si è riservata di decidere se mantenere lo stato attuale o se sia necessario modificare parte della regolamentazione dell'area pedonale per una migliore vivibilità in termini pratici e anche economici del centro storico, soprattutto all’approssimarsi delle festività di Natale e Capodanno.

Il dibattito sulla possibile revisione dell’isola pedonale nel centro storico, istiutuita all’inizio della pandemia, era stato avviato all’inizio del mese da Angelo Cossu, imprenditore nel settore bar e ristorazione, titolare di un locale all’ingresso di corso Matteotti, già consigliere comunale e assessore nella giunta di centrosinistra guidata dal sindaco Romeo Frediani. In quell’occasione Cossu aveva accusato la giunta comunale appena eletta di voler eliminare l’isola pedonale che pure aveva trovato il favore dei commercianti. Sempre Angelo Cossu aveva anche lamentato che dell’eventuale decisione dell’amministrazione comunale di sosdpendere l’isola pedonale i cittadini e, soprattutto, gli operatori del settore non erano stati minimamente informati.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes