Concerto pirata a Olbia, Salmo indagato

Coinvolto anche il proprietario della ruota panoramica. Saranno interrogati il 29 settembre

OLBIA. Salmo ora è formalmente indagato dalla Procura di Tempio per il concerto non autorizzato con maxi assembramento del 13 agosto. Indagato insieme a lui, Kevin Lupetti, proprietario della ruota panoramica sotto cui era stato allestito il palco dove si era esibito il rapper olbiese, concerto seguito da migliaia di persone che si erano accalcate nell’area della concessione demaniale su cui si erge la “Maestosa”, al molo Brin. Le accuse. Maurizio Pisciottu, in arte Salmo, e Kevin Lupetti sono accusati, in concorso tra loro, di aver organizzato uno spettacolo «alla presenza di circa 3500 persone senza darne avviso, almeno tre giorni prima, al Questore» e di averlo tenuto «benché sprovvisti dell’autorizzazione dell’autorità locale di pubblica sicurezza». Concerto, insomma, la cui organizzazione non è stata né comunicata, né tantomeno autorizzata dal questore, con violazione al Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza (reato contravvenzionale, appartenente cioè alla categoria di minore gravità).

Articolo completo e altri servizi nel giornale in edicola e nella sua versione digitale

WsStaticBoxes WsStaticBoxes