olbia
cronaca

Processo alluvione a Olbia, il pm: «Tre anni e 4 mesi all'ex assessore Bacciu»

La pesante richiesta di condanna per il titolare dei Lavori pubblici della giunta Giovannelli, 2 anni e 6 mesi per il collaudatore


20 ottobre 2021 Tiziana Simula


OLBIA. Per il pubblico ministero Ilaria Corbelli, l’ex assessore ai lavori pubblici Davide Bacciu «non ha fatto nessun intervento per la sistemazione dei fiumi volta a evitare quanto è accaduto». E ha chiesto per lui una condanna a tre anni e quattro mesi di reclusione (rito abbreviato) per omicidio colposo plurimo e disastro colposo per le vittime dell’alluvione del 18 novembre 2013.

Il procedimento è quello relativo all’esondazione dei canali Siligheddu, Gadduresu e Rio Ua Niedda che vede imputati con le stesse accuse anche l’ex assessore all’Urbanistica Carlo Careddu e altri sei tra tecnici e dirigenti del Comune. L’accusa li ritiene tutti responsabili, a vario titolo e ognuno nel proprio ruolo, di una serie di omissioni relative a progettazioni e lavori nei canali e nei fiumi che il giorno dell’alluvione esondarono provocando in città la morte di sei persone.

Il servizio completo sul giornale in edicola e nella versione digitale

Sae Sardegna SpA – sede legale Zona industriale Predda Niedda strada 31 , 07100 Sassari, - Capitale sociale Euro 6.000.000 – R.E.A. SS – 213461 – Registro Imprese di Sassari 02328540683 – CF e Partita IVA 02328540683


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.