A Firenze ricostruita la tomba di giganti di Arzachena

La tomba dei giganti di Arzachena

E' una delle novità al Palacongressi di Firenze dove è cominciata la settima edizione di 'TourismA-Salone dell'archeologia e del turismo culturale

FIRENZE. Ha preso il via oggi 17 dicembre al Palacongressi di Firenze la settima edizione di 'TourismA-Salone dell'archeologia e del turismo culturale, manifestazione in corso fino a domenica 19 dicembre organizzata da Archeologia Viva (Giunti editore). Una delle novità dell'edizione 2021 è la ricostruzione in scala reale della tomba di giganti di Arzachena. Tra le caratteristiche dell'evento - a ingresso libero e inaugurato dal presidente della Regione Eugenio Giani - le missioni archeologiche italiane all'estero con reportage dei maggiori archeologi italiani che squarciano il velo sul patrimonio culturale dell'Afghanistan dopo il ritorno dei Talebani, ma anche sul ritorno dei ricercatori italiani in Libia. Focus anche sulla promozione turistica della Regione Toscana attraverso un convegno sulla valorizzazione di parchi, musei, arte e ambiente, borghi e siti Unesco e interventi di oltre 250 relatori tra cui il direttore generale Musei ed ex soprintendente di Pompei Massimo Osanna e il direttore della Pinacoteca di Brera James Bradburne.

Anche quest'anno 'TourismÀ celebrerà Dante Alighieri, di cui ricorre il 700/o anno dalla morte. È stato ricostruito l'Inferno del Sommo Poeta: il visitatore, grazie ai visori Virtual Reality, potrà aggirarsi in prima persona tra paesaggi descritti nella Divina Commedia. I canti ricostruiti in Vr sono il Canto III, il Canto XIII e il Canto XXXIV. E, insieme al Comune di Modica, è stato creato il 'CioccoDantè, una versione speciale del pregiato cioccolato. Nel pomeriggio il Comune siciliano di Centuripe (Enna), rappresentato dal sindaco Salvatore La Spina, riceverà il premio 'Archeologia Viva TourismA 2021' per la valorizzazione del patrimonio culturale: tra il 2020 e il 2021 Centuripe è stato uno dei borghi più attivi in ambito culturale.

«L'ultima edizione di TourismA - ha detto il direttore della manifestazione Piero Pruneti - era stata quella del febbraio 2020, prima del lockdown. Adesso siamo ripartiti, si nota un grande entusiasmo di partecipazione». «La Toscana è terra di cultura, vocata al turismo - ha detto Giani -. Il confronto quest'anno è significativo, anche perché è in presenza: la cultura richiede la presenza». (ANSA).

WsStaticBoxes WsStaticBoxes