La Nuova Sardegna

Olbia

Mare ed economia

Da Cannes al salone di Genova: il distretto nautico di Olbia in vetrina

di Giandomenico Mele
Catamarani ormeggiati alla Marina di Olbia in occasione della Fiera nautica
Catamarani ormeggiati alla Marina di Olbia in occasione della Fiera nautica

Presenti tre eccellenze di casa nostra: Novamarine del Gruppo Sno Yachts, Maori Yacht e G-Tender

20 settembre 2023
3 MINUTI DI LETTURA





Olbia Al Festival de la Plaisance de Cannes erano presenti tre eccellenze del distretto della nautica di Olbia: Novamarine del Gruppo Sno Yachts, Maori Yacht e G-Tender, tutti alla rassegna con i loro prodotti più recenti.

L'edizione 2023 della prima grande manifestazione nautica, che apre la stagione delle fiere di settore, andata in scena in Francia dal 12 al 17 settembre, ha visto tra i 610 espositori presenti e le 700 barche in mostra le tre importanti aziende che operano nel distretto produttivo di Olbia del Cipnes Gallura. I rappresentanti delle 90 aziende attive nella sola città di Olbia hanno così avuto una vetrina internazionale con i massimi produttori mondiali di superyacht: Azimut Benetti e Sanlorenzo, oltre al gruppo Ferretti con i suoi sette marchi noti in tutto il mondo: Riva, CRN, Itama, Wally, Pershing, Ferretti Yachts, Custom Line. Modelli di barche dai 5 a oltre 50 metri di lunghezza, insieme ad armatori provenienti dagli Stati Uniti.

Verso Genova Il prossimo appuntamento di prestigio sarà il Salone nautico internazionale di Genova, da domani al 26 settembre, l’occasione per presentare ufficialmente la prossima edizione della Fiera nautica di Sardegna, l’evento organizzato dal Cipnes Gallura e finanziato dall’assessorato al Turismo, artigianato e commercio della Regione Sardegna, patrocinato da Confindustria Nautica. Domani, 21 settembre, la conferenza stampa alla quale parteciperanno i rappresenti istituzionali nazionali, regionali e le associazioni di settore coinvolte. La molteplicità delle attività del comparto nautico fa sì che ogni anno alle varie fiere internazionali di settore siano presenti numerosi operatori provenienti dalla Sardegna. Sebbene siano Olbia e la Gallura a ospitare il maggior numero di aziende, anche in altre aree dell’isola vantano la presenza di eccellenze, come per esempio il cantiere Sea Water con i suoi battelli pneumatici, molto apprezzati anch’essi dal pubblico internazionale.

Nautica top in Gallura La fiera di Cannes ha aperto la stagione degli eventi legati alla nautica sui quali il comparto gallurese punta da anni, convinto che Olbia possa sempre più rappresentare un centro produttivo internazionale. La Gallura, con in testa la Costa Smeralda e Olbia, prossima sede del distretto regionale della nautica, sono il principale approdo per i maxi, mega e giga yacht nel Mediterraneo. Secondo l’ultimo report della Nautica 2023 presentato dall’osservatorio del Cipnes Gallura all’ultima Fiera nautica di Sardegna a Porto Rotondo, nell’isola ci sono 514 posti barca per i grandi yacht, dei quali 317 si trovano nei porti turistici della Gallura, il 61% del totale. Il report poi individua l’impatto economico sul territorio di riferimento per la presenza di un superyacht: 6.397 euro al giorno per uno yacht di lunghezza tra i 36 e i 50 metri; 18.843 euro al giorno per uno tra i 51 e i 74 metri; oltre 45mila per uno tra i 75 e gli 89 metri e cifre ancora più alte per un giga yacht dai 90-100 metri e oltre. C’è poi la parte della cantieristica, che si riferisce all’eventualità che queste imbarcazioni effettuino il rimessaggio in Sardegna: uno yacht tra i 39 e i 60 metri “produce” 2 milioni 300 mila euro l’anno, con 15 occupati di equipaggio e 75 famiglie di indotto; uno yacht tra i 61 e gli 80 metri produce quasi 4 milioni di euro l’anno con 25 occupati di equipaggio e 140 di indotto. I numeri non mentono e pongono Olbia e la Gallura al centro della nautica in Sardegna.

In Primo Piano
Il giallo e l’inchiesta

Ecco che cosa sappiamo sul caso di Francesca Deidda

di Luciano Onnis
Le nostre iniziative