La Nuova Sardegna

Olbia

Tribunale

Golfo Aranci, lottizzazione abusiva vista mare: aperto il processo a 21 imputati

di Tiziana Simula
Una delle ville della lottizzazione Torre Terrata Sottomonte messe sotto sequestro
Una delle ville della lottizzazione Torre Terrata Sottomonte messe sotto sequestro

Accuse per undici case di lusso del complesso “Ville del golfo”. Per la Procura si tratta di abitazioni con cantine trasformate in residenze

07 dicembre 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Golfo Aranci Si è aperto ieri, 6 dicembre,  il processo davanti al tribunale in composizione collegiale – presidente Marcella Pinna – nei confronti di 21 persone. L’accusa è di lottizzazione abusiva. Al centro delle contestazioni della Procura di Tempio, le undici lussuose abitazioni del complesso residenziale “Ville del golfo”, nella lottizzazione Torre Terrata Sottomonte, a Golfo Aranci.

Per la Procura si tratta di ville con cantine trasformate in residenze, patii chiusi con vetrate e aumenti di volumetrie del 30% rispetto alla costruzione originaria in una zona sottoposta a vincolo paesaggistico. Sarebbe, insomma, stato realizzato un complesso edilizio radicalmente diverso da quello inizialmente progettato e autorizzato, con conseguente trasformazione urbanistica di un territorio di particolare pregio e per questo tutelato da vincolo paesaggistico.

Le ville erano state messe sotto sequestro l’8 giugno 2021 dai carabinieri del Nucleo per la tutela del patrimonio culturale (Tpc) di Cagliari (attualmente una parte è stata concessa in uso ai proprietari). A processo, il rappresentante legale della società proprietaria dei terreni Torre Terrata, Paolo Scaramuzzi, il rappresentante legale dell’impresa costruttrice Comed costruzioni, Luigi Guerri, i progettisti e direttori dei lavori Giorgio Derosas (nominato custode), Gottardo Virdis, Gesuino Ghiani, e i proprietari Andrea Caponi, Roberto Musitelli, Marco Fischer, Vincenzo Panucci, Sabine Brigitte Kuebler, Thomas Paul Kuebler, Pietro Fraschina, Paola Sottoriva, Gerardo Migliaccio, Alina Pezzè, Oscar Sartori, Claus Mathias Haufe, Johanna Elisabeth Haufe, Alessandro Beltrami, Daniele Schiannini. Infine, il responsabile del servizio urbanistica del Comune di Golfo Aranci, Giuseppe Pellegrino.

Tutti sono accusati di lottizzazione abusiva, il dirigente comunale anche di abuso d’ufficio. Gli imputati respingono le accuse. Ieri si è aperto il dibattimento. La prossima udienza è fissata per il 22 marzo.

Il collegio difensivo è composto dagli avvocati Nicola Di Benedetto, Marco Petitta, Pietro Corda, Michela Pericu, Massimo Spigone, Immacolata Natale, Francesco Codini, Giorgio Gasperin, Bruno Cuccu, Giuseppe Conti, Agostinangelo Marras, Pietro Carzedda, Piero Fornaciari, Domenico Putzolu, Margherita Orecchioni.

Elezioni regionali 2024

Video

Elezioni regionali, ecco i volti di tutti i consiglieri eletti in Sardegna

Le nostre iniziative