La Nuova Sardegna

Olbia

Cambio della guardia

Polizia, Bracale alla guida del commissariato di Olbia

Polizia, Bracale alla guida del commissariato di Olbia

Prende il posto di Fabio Scanu che diventa capo di gabinetto della questura di Sassari

14 dicembre 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Olbia Cambio di guardia alla guida del commissariato di Olbia. Dallo scorso lunedì, 11 dicembre, a dirigere gli uomini del presidio olbiese della Polizia di Stato c’è il vice questore Raffaele Bracale, mentre il dirigente uscente, il vice questore Fabio Scanu, è passato a dirigere l’ufficio di gabinetto della questura di Sassari.

L’avvicendamento alla guida dei due importanti uffici è stato comunicato ufficialmente dalla questura.

«Il dottor Scanu – si legge –, dopo oltre quattro anni di lodevole servizio presso il commissariato gallurese, dove sono stati raggiunti numerosi e importanti risultati di polizia, è stato nominato dal questore, dottor Claudio Sanfilippo, nuovo capo di gabinetto della questura a seguito del trasferimento ad altra sede del vice questore Giovanni Lopresto.  Al dottor Bracale, proveniente dal commissariato di polizia di Siniscola in qualità di dirigente con la cui guida sono state svolte numerose attività e raggiunti importanti risultati, invece, è stata affidata la direzione del commissariato gallurese, ufficio di delicata importanza anche in considerazione del cospicuo afflusso di turisti che nel periodo estivo si riversano in quelle località».

Il questore Sanfilippo ha fatto i migliori auguri ai due dirigenti per i nuovi incarichi.

Per Raffaele Bracale si tratta di un ritorno in Gallura, dove in passato ha svolto importanti incarichi da dirigente. A Olbia ha guidato la polizia di frontiera occupandosi della sicurezza dell’aeroporto Costa Smeralda e del porto. Successivamente ha diretto il commissariato di polizia di Tempio, prendendo anche in quella occasione il posto di Fabio Scanu.

La rabbia degli agricoltori

Il movimento dei trattori blocca il porto di Cagliari: «Basta con le prese in giro»

di Andrea Sini
Le nostre iniziative