La Nuova Sardegna

Olbia

Violenza

Olbia, botte di Capodanno al Molo Brin: un trentenne in ospedale

Olbia, botte di Capodanno al Molo Brin: un trentenne in ospedale

Caccia al picchiatore di Fabrizio Apeddu colpito al volto da un pugno

04 gennaio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Olbia Un pugno in faccia sferrato a tradimento, e il Capodanno di Fabrizio Apeddu è finito al pronto soccorso dell’ospedale Giovanni Paolo II. La diagnosi è pesante: mascella fratturata e l’attesa a Sassari per un intervento chirurgico riparatore. Nessuna traccia, almeno per ora, del teppista picchiatore che ha aggredito il giovane. Intanto ieri la notizia si è diffusa a macchia d’olio sui social, raccontata dalla stessa vittima dell’aggressione alla disperata ricerca di testimoni per una denuncia più circostanziata.

Fabrizio Apeddu, berchiddese di 30 anni, è un imprenditore edile. Un tipo tranquillo che la notte di Capodanno era tra i cinquantamila accalcati al Molo Brin per assistere al concertone di Zucchero e Salmo. Tutto è filato liscio sino a metà concerto, al momento di recuperare la via del centro. Apeddu ha raccontato di aver sentito, mentre si faceva largo tra la folla, qualcuno lamentarsi di un pestone a un piede. Dopo pochi secondi il pugno in faccia, forse addirittura con un tirapugni, che lo ha buttato a terra. Il giovane, stordito dal colpo ricevuto non è riuscito a riprendersi ed è stato necessario chiamare i soccorsi. Apeddu è stato così trasportato «a bordo di un’ambulanza dal 118 al pronto soccorso dell’ospedale di Olbia. Dopo i primi accertamenti è stato trasferito a Sassari per essere operato alla mascella rotta in più punti.

Sull’episodio sono in corso indagini da parte delle forze dell’ordine ma la famiglia Apeddu è alla ricerca di testimonianze precise per individuare l’aggressore.
 

Elezioni regionali 2024
Il voto nell’isola

Elezioni regionali: la proclamazione a marzo, la prima seduta del Consiglio all’inizio di aprile

Le nostre iniziative