La Nuova Sardegna

Olbia

Case e vacanze

Affitti brevi, Gallura da eccellenza. Olbia sesta, Arzachena in vetta

Affitti brevi, Gallura da eccellenza. Olbia sesta, Arzachena in vetta

I risultati di uno studio realizzato da UniOlbia. Per gli universitari in cerca di alloggio trovata la soluzione al Geovillage

28 marzo 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Olbia Gallura da eccellenza nel settore “Short-term rental”, gli affitti a breve termine. A dimostrarlo per la prima volta è lo studio realizzato dalla Comunicazione e dal Centro Studi UniOlbia: sono stati raccolti i dati dei principali centri di interesse della Sardegna (ma anche dell’Italia e della Costa Azzurra), attraverso l’ausilio di AirDna, la piattaforma che fornisce approfondimenti completi sulle prestazioni da oltre 10 milioni di proprietà in affitto per le vacanze in più di 120.000 mercati globali raccogliendo dati principalmente da Airbnb e Vrbo.

L’analisi «UniOlbia - si legge nel report - ha stilato delle classifiche sulla base dei dati raccolti e ha analizzato e comparato gli andamenti del mercato del settore di affitti vacanze nel 2023 rispetto al 2022 fornendo una visione ampia e dettagliata della media dei ricavi delle varie strutture presenti sul territorio. Se da una parte si capisce che il mercato degli affitti vacanze è consistente a livello di fatturato per l’isola, dall’altra UniOlbia vuole sensibilizzare la comunità sulla difficoltà, da parte degli studenti, di trovare un alloggio nella città gallurese». Proprio per questo il Consorzio UniOlbia, grazie al Cipnes Gallura ha messo a disposizione degli alloggi al Geovillage che diventerà, a tutti gli effetti, il Campus Universitario della città di Olbia: in questo momento ci sono già una decina di studenti arrivati da altre località, ma c’è posto per altri quaranta.

La classifica del Nord Est Sulla base di una media dei ricavi annuali del 2023 per gli affitti brevi, Olbia si piazza al sesto posto della classifica con un ricavo di 37.4 mila euro (-24% rispetto al 2022). Al primo posto c’è Arzachena (che racchiude anche tutto il mercato della Costa Smeralda) con un ricavo di 59 mila euro solo nel 2023 ( -17% rispetto al 2022). A seguire San Teodoro con una media dei ricavi di 49.5 mila euro (+7% rispetto al 2022), quindi Aglientu con un ricavo di 42.4mila euro (-6% rispetto al 2022) e poi Palau con 40.3 mila euro di ricavi (+15% rispetto al 2022). In quinta posizione c’è un pari merito tra Figari (Golfo Aranci) e Loiri Porto San Paolo con un ricavo di 37.4 mila euro nel 2023. Subito dopo Olbia (che comprende anche il mercato Porto Rotondo). Settimo posto perTrinità d’Agultu (Vignola compresa) con un ricavo di 33.9 mila euro nel 2023 (-17% rispetto al 2022). Budoni è ottavo con 30.3 mila euro di ricavi (+4% rispetto al 2022), seguito da Santa Teresa con un ricavo di 29.7 mila euro nel 2023 (-10% rispetto al 2022). Decima La Maddalena che nel 2023 ha registrato una media dei ricavi pari a 26.7 mila euro (-19% rispetto al 2022).

La tendenza Il mercato dell’Airbnb è destinato a crescere ulteriormente, in quanto viene considerato una validissima alternativa al soggiorno in albergo. «Ma c’è un rovescio della medaglia che UniOlbia vuole enfatizzare con questo studio - continua il report -. L’aumento di questa tipologia di mercato sta rendendo sempre più difficoltoso trovare un alloggio in affitto per tutto l’anno, specialmente per gli studenti fuori sede che vogliono frequentare l’università a Olbia. Da qui l’impegno del Consorzio UniOlbia, insieme al Cipnes e Comune di fornire alloggi al Geovillage».

In Primo Piano
Incidente

Scontro fra auto in galleria sulla Nuoro-Lanusei: due feriti gravi

Le nostre iniziative