La Nuova Sardegna

Olbia

L’evento

A Porto Cervo torna il Wine festival: in vetrina anche il settore nautico

A Porto Cervo torna il Wine festival: in vetrina anche il settore nautico

Quattro giorni di degustazioni e incontri dal 9 al 12 maggio. Focus su esportazioni e super e mega yacht

23 aprile 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Porto Cervo. Tredici candeline per il Porto Cervo Wine & Food Festival. Il prestigioso evento, tutto dedicato al mondo del vino e del cibo, è come sempre organizzato da Marriott International, che gestisce per conto di Smeralda Holding l’Hotel Cala di Volpe, il Cervo Hotel, il Pevero Golf Club, bar e ristoranti. La manifestazione, in scena al Conference center di Porto Cervo, si terrà dal 9 al 12 maggio. I primi due giorni, giovedì 9 e venerdì 10, saranno dedicati esclusivamente agli operatori del settore e ai buyers nazionali e internazionali. Poi si entrerà nel vivo dell’evento, sabato 11 e domenica 12, con gli stand aperti al grande pubblico di appassionati.

«Smeralda Holding e Marriott International proseguono nella loro azione a supporto del territorio e dell’intero comparto enogastronomico regionale e nazionale – spiega Franco Mulas, area manager Costa Smeralda –. La Costa Smeralda vuole essere, così come altre destinazioni di rilievo regionali, ambasciatrice e allo stesso tempo promotrice delle eccellenze enogastronomiche prodotte in Sardegna, nella Penisola e nel mondo. Il Porto Cervo Wine & Food Festival, infatti, è una vetrina internazionale che offre ai propri espositori opportunità di visibilità uniche». Saranno oltre 80 gli espositori presenti tra wine e food.

Il tema portante della rassegna sarà “La nautica, il commercio internazionale e le esportazioni”. La novità di quest’anno sarà infatti la presenza degli operatori del settore nautico, per massimizzare le opportunità anche in questo settore in grande crescita. La Costa Smeralda, infatti, rappresenta la più importante destinazione del Mediterraneo per super e mega yacht: l’anno scorso sono approdate imbarcazioni di lusso del valore complessivo di 15 miliardi e mezzo di dollari. Rispetto alla passata edizione crescerà anche la presenza delle aziende di “spirits”. Il primo appuntamento giovedì 9 dalle 15 alle 18, con le degustazioni dedicate agli operatori, mentre dalle 18.30 alle 22 gli eventi fuori fiera aperti al pubblico. Venerdì 10 dalle 10 alle 12 cocktail show, cooking class e degustazioni alla cieca guidate da esperti, dalle 14.30 il taglio del nastro con madrina, dalle 15 degustazioni dedicate agli operatori e dalle 18.30 alle 22 eventi fuori fiera aperti al pubblico. Sabato 11 e domenica 12 dalle 15 alle 18 le degustazioni aperte al pubblico e dalle 18.30 alle 22 gli eventi fuori fiera.

Durante la manifestazione sarà assegnato il premio Pcwff Award a seguito di una degustazione effettuata da esperti. Le categorie interessate saranno due: i vini regionali e i vini nazionali. I vini premiati riceveranno il Sigillo Pcwff da applicare sulle bottiglie ed entreranno a far parte del Taste of Sardinia, l’iniziativa tramite cui Marriott Costa Smeralda presenta le eccellenze italiane nel mondo. Per quanto riguarda gli espositori, il 50 per cento dei marchi sarà sardo.

In Primo Piano
Emergenza

Siccità, nuove restrizioni. Ambrogio Guiso: «Un massacro per le campagne»

di Salvatore Santoni
Le nostre iniziative