La Nuova Sardegna

Olbia

Isola Bianca

Olbia, sicurezza nel porto: Moby potenzierà la flotta rimorchiatori


	Una nave da crociera al porto all'Isola Bianca
Una nave da crociera al porto all'Isola Bianca

Crociere, il vertice tra Capitaneria e Authority: l’allarme dopo due soste annullate dalla Msc Orchestra a causa del vento

09 maggio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Olbia. Sarà potenziato con un’altra unità il servizio rimorchiatori per facilitare le manovre di ormeggio in porto delle grandi navi da crociera. È il risultato del vertice che si è tenuto ieri mattina su disposizione del comandante della Capitaneria di porto di Olbia, capitano di vascello Giorgio Castronuovo. Durante l’incontro, presenti i vertici dell’Autorità portuale, sono state analizzate le cause dell’annullamento, nell’ultimo mese, di due scali consecutivi da parte della grande nave da crociera Msc Orchestra, il 23 aprile e il 3 maggio. In entrambe le occasioni la nave, prossima all’ingresso in porto, aveva comunicato alla sala operativa della guardia costiera, la decisione di rinunciare all’ormeggio in considerazione del forte vento e dell’assenza di un secondo rimorchiatore di ausilio alla manovra. In realtà, la Capitaneria di porto e l’Autorità portuale, con il contributo del Corpo piloti e del Gruppo ormeggiatori, già da tempo avevano avviato interlocuzioni con la compagnia di navigazione Moby concessionaria del servizio di rimorchio, per valutare l’adeguamento della flotta dei rimorchiatori alle mutate esigenze operative del porto di Olbia.

Tale procedura di consultazione delle parti in causa è stata avviata alcuni mesi fa, in considerazione dell’aumento della frequenza di fenomeni atmosferici estremi (vento di maestrale con raffiche fino a 45 nodi) e dell’aumento delle dimensioni delle navi che ormeggiano all’Isola Bianca. Nel vertice di ieri sono state analizzate tutte le criticità e soprattutto valutate le possibili soluzioni, anche nel breve periodo, consentendo manovre di ormeggio in sicurezza ai giganti del mare anche in condizioni meteo sfavorevoli. Da parte sua, la compagnia di navigazione società Moby ha condiviso le preoccupazioni espresse dalla capitaneria di porto, dall’Autorità portuale e dai servizi tecnico-nautici che operano all’Isola Bianca, assicurando il massimo impegno a reperire un ulteriore rimorchiatore con adeguate caratteristiche tecniche, così da potenziare il servizio offerto alle unità ormeggiate oppure in arrivo e in partenza. «La sicurezza del porto è per noi una priorità assoluta – ha riferito il comandante Castronuovo –. La sicurezza intesa come generatore di valore e come valore aggiunto di un approdo è una componente imprescindibile di ogni processo produttivo, in fondo perché un porto più sicuro e professionale è certamente maggiormente attrattivo per i grandi investitori e in grado di richiamare nuovi traffici e consolidare quelli esistenti, come nel caso delle navi da crociera».

In Primo Piano
Sardegna

Sassari, Giuseppe Conte al mercato di piazzale Segni: "In Europa per opporci all'austerity e proteggere i lavoratori"

Emergenza

Baronia stritolata dalla siccità, vertice in Regione con Alessandra Todde

di Claudio Zoccheddu
Le nostre iniziative