La Nuova Sardegna

Olbia

“Operazione Bella vita”

Spaccio di droga in Costa Smeralda, il pm: «Condanne per i cinque imputati»

 Commissariato di Polizia Porto Cervo, arresti per droga - Operazione Bella Vita.
Commissariato di Polizia Porto Cervo, arresti per droga - Operazione Bella Vita.

Chieste pene pesanti: 7 anni di reclusione per Leo e 4 per Spano, Flauto, Amadori e Meloni

14 maggio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Porto Cervo Si avvia verso la conclusione il processo sfociato dall’operazione antidroga denominata “Bella vita” che nel marzo 2018 si concluse con 13 ordinanze di custodia cautelare in carcere e ai domiciliari emesse dal gip del tribunale di Tempio. La posizione di gran parte di loro si è già definita con i riti alternativi. Oggi, 14 maggio, il pubblico ministero Alessandro Bosco ha invece formulato  le richieste di condanna per i  cinque imputati, due olbiesi e tre arzachenesi, che hanno scelto il rito ordinario. L’accusa è di detenzione e spaccio, in concorso tra loro, di sostanze stupefacenti, in particolare cocaina e marijuana.  Imputati Antonio Spano, Pietro Flauto, Rossella Amadori, Roberto Leo e Giangavino Meloni. Per loro, il pubblico ministero ha chiesto condanne pesanti: 7 anni di reclusione per Leo e 4 anni per gli altri. Il processo proseguirà il 12 giugno con le arringhe difensive.

Gli imputati sono difesi dagli avvocati Mario Perticarà, Cristina Cherchi, Damaso Ragnedda, Fabio Musilli ed Egidio Caredda. Le indagini condotte dal commissariato di Porto Cervo avevano preso il via nell’aprile 2017. Troppo alto, secondo gli investigatori, il tenore di vita condotto da un gruppo di giovani galluresi, in gran parte arzachenesi, tanto da far scattare una lunga attività investigativa con intercettazioni ambientali, telefoniche e pedinamenti. Secondo le accuse la banda, con diverse ramificazioni, spacciava droga in Costa Smeralda, Arzachena, Olbia e Palau. (t.s.)

In Primo Piano
L’inchiesta

Truffa del “bonus facciate”, la Procura di Sassari chiede 53 rinvii a giudizio

di Nadia Cossu
Le nostre iniziative