La Nuova Sardegna

Oristano

Il sindaco esulta: «In tre anni sessanta posti di lavoro»

di Caterina Cossu
Il sindaco esulta: «In tre anni sessanta posti di lavoro»

Villaurbana, Garau traccia il bilancio del suo mandato Sfruttati progetti con enti e col Comune e le leggi regionali

31 maggio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





VILLAURBANA. Sessanta posti di lavoro in tre anni di mandato. Così il Comune ha risposto alla crisi, dopo l’elezione della nuova giunta di Antonello Garau insediata nel 2011. Numeri che «In un paese di piccole dimensioni come il nostro, con 1.700 abitanti, non sono certo da buttare», dichiara il primo cittadino. Il conto è presto fatto. Cominciando dai più giovani, sono otto i ragazzi che per un anno attualmente svolgono il Servizio civile presso il Comune; quattro si occupano di ambiente e altrettanti di sociale.

L’amministrazione ha integrato in organico una delle ex lavoratrici della Compau, e con il recente bando per la gestione della piscina saranno due i posti di lavoro. Con 130mila euro della legge 37, sono sei le nuove opportunità di lavoro create nelle aziende locali. Ancora, sono 25 i lavoratori impiegati dal Comune nel settore delle estreme povertà, con tre turni da otto persone in mano a una cooperativa. E a loro supporto sono tre le persone assunte direttamente dal Comune per occuparsi del verde pubblico e della pulizia.

Due sono i contratti da muratore, per quattro mesi, sottoscritti per l’apertura recente di un cantiere comunale. Ed è ancora aperto con la Regione, infine, tramite reclamo formale, il contenzioso per i lavoratori dei cantieri verdi, un progetto del 2005 con un accordo con l’Ente Foreste che aveva aperto un cantiere con quaranta assunti tramite convenzione. Per ogni lavoratore pensionato da questo contratto, un sostituto sarebbe dovuto essere pescato dalle liste degli uffici di collocamento del Comune. In cinque, però, hanno lasciato il posto senza che l’ente procedesse alle nuove assunzioni.

Con l’insediamento della nuova giunta comunale, e sfruttando una normativa regionale della giunta Soru, cinque persone sono state selezionate dalla Regione e sono stati aperti altri cantieri. Ora i lavoratori dei cantieri verdi sono tredici, con contratti da sei mesi ciascuno e due turni più un caposquadra fisso. Il primo anno di assunzione, nel 2012, il Comune ha messo a disposizione 90mila euro e 20mila ne ha aggiunti l’anno dopo, la Regione dovrebbe mettere di tasca altre due annualità.

In Primo Piano
Soccorso

Porto Torres, cade in mare dal molo e non riesce a risalire: salvato da un passante che lo sente urlare

Le nostre iniziative