La Nuova Sardegna

Oristano

Santu Lussurgiu, il “grazie” di una figlia lontana

Santu Lussurgiu, il “grazie” di una figlia lontana

SANTU LUSSURGIU. Accade sempre più raramente, ma accade. Una telefonata per fare una richiesta. Per dire un “grazie”. La telefonata in redazione l’ha fatta la figlia dei due anziani coniugi rimasti...

31 luglio 2014
1 MINUTI DI LETTURA





SANTU LUSSURGIU. Accade sempre più raramente, ma accade. Una telefonata per fare una richiesta. Per dire un “grazie”. La telefonata in redazione l’ha fatta la figlia dei due anziani coniugi rimasti feriti qualche giorno fa in un incidente nel centro storico di Santu Lussurgiu (lei è ricoverata a Ghilarza). «Volevo, tramite il giornale, ringraziare il Comune e tutte le persone che si sono mosse per aiutare i miei genitori – dice la signora Barbara –. Il loro aiuto è stato fondamentale. Io vivo a Roma, sono disoccupata e non posso permettermi il biglietto per la Sardegna. Grazie a tutti».

La crisi

Agriturismi, il lento declino: ogni anno sempre meno mentre in Italia crescono

di Salvatore Santoni
Le nostre iniziative