Incidente nel teatro: giovedì tutti in aula

Bosa. L’ex sindaco Casula in Tribunale per la causa legata alla morte di Salvatore Ladu, ferito nel 2010

BOSA. Giovedì si va in aula e la causa che sembrava dovesse essere a due si allarga ad altri protagonisti. Dopo che il Comune ha chiamato in scena l’ex sindaco Piero Casula e dopo l’ingresso della compagnia di assicurazioni Sara che non vuol pagare per ciò che ritiene non rientri nelle sue responsabilità, la questione dell’incidente al teatro comunale diventa assai più complessa.

Tra due giorni le carte verranno finalmente scoperte da parte di tutti i protagonisti di una vicenda alquanto ingarbugliata, iniziata purtroppo con lo sfortunato crollo di una porta che il 30 maggio del 2010 travolse Salvatore Ladu. Da privato cittadino si trovava nei locali del teatro civico dove stava allestendo una mostra. Quell’incidente gli costò una grave invalidità e, secondo i familiari, successivamente portò alla morte arrivata l’11 febbraio del 2015. Il problema nasce nel momento in cui si scopre che il teatro non era stato ancora collaudato e quindi non avrebbe dovuto ospitare manifestazioni.

È il motivo per cui i familiari di Salvatore Ladu, assistiti dall’avvocato Simona Pedde, si presentano dal giudice per chiedere il risarcimento di 400mila euro. Nel frattempo la Sara Assicurazioni chiamata in causa quale responsabile civile per pagare la somma si era tirata fuori, proprio perché la struttura non era in regola dal punto di vista delle autorizzazioni. La causa però era iniziata con un colpo di scena perché il Comune, assistito dall’avvocato Vittorio Delogu, aveva tirato in ballo l’ex sindaco Piero Casula indicandolo quale vero responsabile di quanto accaduto perché in un consiglio comunale aveva affermato di aver dato personalmente le chiavi del teatro a Salvatore Ladu. È stato questo il motivo per cui il giudice della sezione civile, Giuseppe Carta, lo aveva chiamato in causa quale responsabile diretto dell’evento.

Nell’udienza di giovedì l’ex sindaco si costituirà nel procedimento, al pari della compagnia assicurativa. Piero Casula sarà assistito dall’avvocato Enrico Roda e i contorni della vicenda inizieranno ad essere più definiti.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes