Oristano, fine della tolleranza zero in piazza Roma

Una delle edicole di piazza Roma chiusa per protesta contro il divieto di fermata

Sparirà il divieto di fermata ma resta quello di sosta. Intanto gli automobilisti indisciplinati si riprendono le zone dove non si può parcheggiare

ORISTANO. Alt, si cambia. La linea dura contro la sosta selvaggia in piazza Roma è durata lo spazio di due settimane, poi si è tornati alle vecchie (non tutte) sane abitudini.

Evidentemente gli estremi hanno la meglio sulla via di mezzo in questa vicenda di ordinaria viabilità cittadina. Dopo una quindicina di giorni in cui la tolleranza è stata pari a zero, da qualche giorno la polizia locale, naturalmente ben istruita, sembra essere tornata all’antico e immediatamente anche il branco selvaggio degli automobilisti si è adeguato.

Le proteste degli edicolanti paiono quindi aver fatto breccia, ma le lamentele di Luca Scalas e Cristina Rosano che erano arrivati sino alla porta del sindaco a rappresentare il loro malcontento per gli affari che andavano a picco, riguardavano solo una parte della vicenda.

Avevano esclusivamente chiesto che non si impedisse la fermata in piazza Roma e non la sosta. C’è una differenza non di poco conto nel codice della strada. Comunque, dopo i colloqui tra il primo cittadino e il comandante della polizia locale Rinaldo Dettori, tutto sembra tornato all’antico. La fermata non viene più impedita dagli agenti, ma gli indisciplinati oristanesi sembrano essersi già ripresi anche gli spazi che non dovrebbero occupare.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes