Dj Fanny: «Noi malati a casa senza più guanti»

ALES. «Non se ne può più: non ci forniscono un paio di guanti da marzo e noi ce li dobbiamo comprare». Ha scelto i social, Andrea Turnu, in arte Dj Fanny, che la sla costringe immobile in un letto,...

ALES. «Non se ne può più: non ci forniscono un paio di guanti da marzo e noi ce li dobbiamo comprare». Ha scelto i social, Andrea Turnu, in arte Dj Fanny, che la sla costringe immobile in un letto, attaccato alle macchine per respirare e nutrirsi, per rivelare l’ennesima conseguenza dell’emergenza sanitaria. Appunto la carenza di guanti di lattice, uno dei presidi sanitari indispensabili nuovamente difficili da reperire tanto che anche nei reparti dell’ospedale San Martino di Oristano, i pochi che arrivano sono quelli provenienti da donazioni.

Anche per malati di sla o con altre patologie i guanti sono indispensabili, sebbene questi pazienti non siano ricoverati. Dovrebbe fornirli l’Assl ma, come anche le garze sterili, non arrivano più a domicilio e così i pazienti e le loro famiglie sono costretti ad acquistarli. In media una scatola di 50 guanti costa 12 euro. «Sta diventando impossibile per le nostre famiglie affrontare questa spesa, perché 50 guanti li finiamo in un giorno – denuncia il giovane dj –. Ok la priorità ai medici e al personale sanitario, ma a noi malati chi provvede? Bisogna che facciano qualcosa», è l’appello condiviso da centinaia di persone. (m.c.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes