Niente fuoco per il Santo e controlli rafforzati

SEDILO. Niente falò votivi, oggi. Niente comitive chiassose e festanti a bordo di trattori e camion carichi di legna e tronchi cavi diretti al sagrato della chiesa. La festa di Sant'Antonio Abate...

SEDILO. Niente falò votivi, oggi. Niente comitive chiassose e festanti a bordo di trattori e camion carichi di legna e tronchi cavi diretti al sagrato della chiesa. La festa di Sant'Antonio Abate non avrà luogo. La cancellazione della prima sagra invernale era nell'aria da mesi ma alla vigilia il Comune ha voluto ricordarlo annunciando con il bando pubblico che i tradizionali festeggiamenti del 16 gennaio sarebbero saltati a causa della grave situazione epidemiologica. Per la giornata odierna sono stati disposti maggiori controlli sul territorio allo scopo di evitare che vengano violate le regole anti-covid. A imporre la cancellazione della manifestazione, tra le più sentite e diffuse nel Centro Sardegna e in molte aree dell'interno, sono i divieti arcinoti e la proroga dello stato di emergenza, esteso fino a marzo dal governo nazionale. Ma lo impone soprattutto una curva epidemiologica che non deflette, provocando in Sardegna più di dieci decessi al giorno. «Il Comune informa che, a causa della pandemia, non potranno svolgersi i festeggiamenti in onore di Sant'Antonio». A scopo preventivo l' amministrazione comunale ha chiesto di intensificare i controlli per evitare assembramenti. (mac)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes