Arrivano undici milioni per l’Alta Marmilla

Stanziati dalla giunta regionale, saranno destinati a sanità, trasporti e istruzione

ALES. La Regione interviene con risorse proprie per coprire gli interventi compresi nella Strategia Nazionale Aree Interne in favore dell’Alta Marmilla. Si tratta di 11 milioni di euro per azioni per lo sviluppo locale e di rafforzamento dei servizi essenziali di cittadinanza (sanità, trasporti e istruzione).

L’intervento riguarda le amministrazioni di Albagiara, Ales, Assolo, Asuni, Baradili, Baressa, Curcuris, Gonnoscodina, Gonnosnò, Mogorella, Morgongiori, Nureci, Ruinas, Pau, Senis, Sini, Usellus, Villa Sant’Antonio, Villaverde.

Tra le misure più rilevanti previste in ambito sanitario la trasformazione del Poliambulatorio di Ales in struttura socio-sanitaria intermedia e la realizzazione di un centro di riferimento per i disturbi del comportamento alimentare (nelle strutture di proprietà della Assl di Oristano).

Direttamente legati all’istruzione i progetti “Orientando” e quelli relativi all’edilizia scolastica con manutenzione, messa in sicurezza e riqualificazione degli edifici esistenti e nuove scuole oltre alla realizzazione di un centro per l’istruzione della popolazione adulta, alla costituzione della rete dei centri di apprendimento dell’Alta Marmilla sempre per la popolazione adulta e alla realizzazione di uno sportello lavoro e promozione/comunicazione della nuova offerta formativa.

Per l'avvio degli interventi immediatamente cantierabili il Centro Regionale di Programmazione sottoscriverà con i soggetti attuatori una convenzione.

Soddisfazione per il rifinanziamento degli interventi, che potrebbero realizzarsi nel giro dei prossimi due anni, è stata espressa dal consigliere regionale di Forza Italia Emanuele Cera.

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes