Pazienti fragili già vaccinati «Le liste fornite dai medici»

CABRAS. L’amministrazione comunale, ricevuta l’interrogazione da parte della consigliera progressista, Alessandra Lochi, ha risposto alle domande avanzate sull’individuazione dei soggetti fragili...

CABRAS. L’amministrazione comunale, ricevuta l’interrogazione da parte della consigliera progressista, Alessandra Lochi, ha risposto alle domande avanzate sull’individuazione dei soggetti fragili vaccinati assieme ai cittadini ultraottantenni. «Per realizzare a Cabras il numero massimo di vaccini, il sindaco ha richiesto in anticipo all’Assl la possibilità di vaccinare anche soggetti fragili, vista la possibilità che non tutti i 720 ultraottantenni del paese si presentassero alle somministrazioni. L’Assl ha garantendo ben 690 dosi».

Massima trasparenza, dunque. «Le liste dei pazienti fragili sono state fornite al sindaco, massima autorità sanitaria locale, esclusivamente dai medici di base – precisa l’intera giunta –, senza che ovviamente venissero specificate le patologie. Per le prenotazioni, realizzate telefonicamente dal personale comunale, è stato seguito l’ordine cronologico dei nominativi trasmessi dai medici. Nella prima fase è stato possibile includere solo la metà dei fragili, per mancanza di vaccini. L’interrogazione della consigliera Lochi denota scarsa conoscenza del lavoro svolto e mancanza di rispetto per tutti coloro che hanno lavorato allo scopo». (p.camedda)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes