Noa incanterà il pubblico di Dromos

La cantante israeliana torna al festival in coppia con Gil Dor. Si esibirà il 3 agosto in piazza Duomo

ORISTANO. La grande novità è Noa. Dromos apre nuovamente le porte alla cantante israeliana di origine yemenita e mette un altro importante tassello nella costruzione della 23ª edizione del festival in programma tra fine luglio e metà agosto a Oristano e in altri centri della sua provincia. Nei giorni scorsi era arrivata la conferma della presenza del cantane Niccolò Fabi, atteso a Fordongianus l'8 agosto, che così recupera l’evento saltato lo scorso anno a causa del covid. Il cartellone inizia quindi a farsi quanto mai interessante e ancor più lo è vista l’astinenza prolungata da eventi musicali e di spettacoli in genere. Sul nome di Noa, come del resto su quello di Niccolò Fabi, le parole sono anche sprecate vista la popolarità di entrambi. La cantante, compositrice, percussionista, oratrice e attivista gode poi di una fama internazionale che la renderà la regina degli appuntamenti estivi in tutta la Sardegna. Il concerto è in programma il 3 agosto a Oristano in piazza Duomo, dove già si erano esibite le voci prestigiose di Gregory Porter, Dee Dee Bridgewater, George Benson e Fiorella Mannoia.

I biglietti si possono acquistare online e nei punti vendita del circuito BoxOffice al prezzo di 30 euro a cui vanno aggiunti i diritti di prevendita. Vista la situazione i posti a sedere sono limitati e distanziati, ma la segreteria del festival Dromos può fornire tutte le informazioni ai numeri 0783-310490 e 334-8022237 o all’indirizzo di posta elettronica info@dromosfestival.it. Il concerto è organizzato con il contributo del Comune e della Fondazione Oristano, con la collaborazione dell’Antiquarium Arborense e grazie alla concessione di Piazza del Duomo da parte dell’Arcidiocesi.

Noa, al secolo Achinoam Nini, sarà affiancata dal chitarrista Gil Dor con cui vanta una collaborazione che dura da ben trentun anni. Presenterà il suo ultimo progetto discografico, il primo in chiave interamente jazz “Afterallogy”, registrato durante i mesi di lockdown nello studio casalingo della cantante israeliana e pubblicato lo scorso 30 aprile, con presentazione ufficiale avvenuta l'indomani in diretta streaming dall'aeroporto di Tel Aviv. Insieme a Noa (voce e percussioni) e Gil Dor (chitarra e direzione musicale) nel concerto, ci sarà una sezione ritmica formata da Or Lubianiker al basso elettrico e Gadi Seri alle percussioni. (e.carta)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes