Per San Costantino solo messe e vespri

SEDILO. Dopo la trasferta forzata del 2020, le messe in onore di San Costantino saranno celebrate nella loro collocazione naturale: il santuario che domina il teatro dell'Ardia. Per questioni di...

SEDILO. Dopo la trasferta forzata del 2020, le messe in onore di San Costantino saranno celebrate nella loro collocazione naturale: il santuario che domina il teatro dell'Ardia. Per questioni di pubblica sicurezza l'anno scorso le celebrazioni eucaristiche del 5, 6 e 7 luglio si erano tenute in parrocchia, decisione su cui avevano pesato non poco le tensioni e le polemiche scoppiate per l'Ardia mancata. Il ritorno alle origini non sarà però senza sorprese perché fedeli e visitatori non vedranno gli ex voto appesi alle pareti. I manufatti sono stati rimossi mesi fa per eseguire il restauro dell'edificio, che riprenderà a settembre. Confermata, invece, l'assenza di processioni e cortei a cavallo e a piedi. «Saranno celebrate solo funzioni statiche, come previsto nel protocollo tra il governo italiano e la Cei, recepito dal nostro vescovo il 13 maggio 2021 con un decreto, ancora in vigore», ha detto don Mongili, il parroco. Dal 5 al 7 luglio saranno celebrate sette messe nel santuario e nove in parrocchia. Per alcune cambia la collocazione rispetto alle consuetudini: il 6 luglio la funzione delle 11 sarà officiata a San Costantino e quella delle 18,30 in paese. (mac)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes