Il ritorno di mister Contini ma questa volta a Cabras

CABRAS. Andrea Contini, fra i tecnici oristanesi in attività più vincenti, si rimette in gioco con una nuova sfida: guiderà nella stagione 2021/22 l'Atletico San Marco, la squadra cabrarese che...

CABRAS. Andrea Contini, fra i tecnici oristanesi in attività più vincenti, si rimette in gioco con una nuova sfida: guiderà nella stagione 2021/22 l'Atletico San Marco, la squadra cabrarese che richiama un passato glorioso e milita attualmente in Prima categoria. Nel palmarès dell'allenatore classe 1972 figurano ben 5 campionati conquistati: uno a Palmas Arborea (Terza categoria), uno ad Abbasanta (Prima), uno con l'Atletico Cabras (Seconda), due con la Tharros (Seconda e Prima categoria). «Lo scorso anno ho preso il Covid e ho preferito interrompere l'esperienza con il Santa Giusta, che fino ad allora era stata bellissima – racconta – superata la malattia, avevo provato a riprendere ma ero molto demoralizzato: vedevo tanti ostacoli e rischi che mi hanno indotto a mollare. Sono rimasto fermo e ciò che ora mi ha fatto dire si alla San Marco è stato il fatto che il presidente, Davide Loi, mi aveva già cercato qualche anno fa, solo che in quell'occasione avevo già preso l'impegno con la Tharros. Queste cose per me sono importanti. In passato ho già allenato a Cabras, è una sfida che mi stimola». Dopo la salvezza conquistata nel 2019/20, la formazione lagunare ha salutato il tecnico Bobo Sau e ora avvia un nuovo progetto. «C'è da costruire una squadra – spiega il tecnico di Palmas Arborea – Il nostro obiettivo è crescere. Personalmente parto con rinnovato entusiasmo, ho voglia di rimettermi in gioco e di far bene a Cabras. Quello della San Marco è un nome storico che mi dà la carica giusta». Quanto alla squadra, ci saranno conferme e partenze: «Su una base di giocatori esperti come Deiola, Musu e Atzori, che sono importantissimi, cercheremo di portare a Cabras dei giovani. Qualche componente della rosa ha espresso l'intenzione di cambiare aria, dispiace ma ne prendo atto. Quest'anno punteremo a conquistare una tranquilla salvezza, per poi, se la società sarà contenta del mio lavoro, salire di livello l'anno prossimo con 4-5 innesti importanti». C'è grande curiosità per capire come si presenterà la Prima categoria dopo lo stop per il Covid: «Mi aspetto un campionato dove non ci saranno squadre super favorite – rivela Contini – con meno soldi da spendere per le società e un maggiore equilibrio complessivo. Vincerà la squadra un pò più organizzata». Contini ha le idee chiare, ma riguardo al modulo e allo stile di gioco non anticipa nulla: «È prematuro parlarne vedremo quando saprò su quali giocatori potrò contare. Di sicuro chiederò ai ragazzi tanto impegno e di sudare la maglia in ogni partita: per me è fondamentale che chi va in campo dia il massimo».(p.camedda)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes