oristano
cronaca

Cartoline e sconti ai turisti: i Giganti di Mont' e Prama in rampa di lancio

La campagna di promozione per far conoscere le statue inizia nei tre aeroporti. Parte la collaborazione tra la Fondazione e l’assessorato regionale al Turismo


07 agosto 2021 di Paolo Camedda


CABRAS. Il primo passo è compiuto. La Fondazione Mont ’e Prama, in collaborazione con l’assessorato regionale al Turismo e l’amministrazione comunale, lanciano la campagna promozionale del complesso statuario custodito nel Museo Marongiu. Negli aeroporti sardi di Cagliari, Olbia e Alghero, saranno infatti distribuite ai turisti in arrivo cartoline esplicative sui Giganti con un coupon che garantisce lo sconto di un euro per la visita al museo e agli altri luoghi della cultura di Cabras, oggetto di tutela da parte della Fondazione. Per usufruirne i visitatori dovranno portare con sé il coupon e presentarlo alla biglietteria. Grazie a un codice QR stampato sul retro, il turista potrà inoltre prenotare le visite in modo molto comodo attraverso il telefonino. L’obiettivo è quello di incrementare l’afflusso turistico a Cabras e, contemporaneamente, l’interesse verso i Giganti. La brochure è stata stampata in 700mila copie, di cui 350mila in italiano, le altre 350mila in inglese, tedesco e francese, e sarà distribuita in base alla provenienza dei visitatori.

«È nata la Fondazione Mont ’e Prama», recitano le cartoline, che riportano anche un saluto: «Benvenuto in Sardegna, terra misteriosa e millenaria» che parte dall’assessore al Turismo, Gianni Chessa, e dal presidente della Fondazione, Anthony Muroni. «L’iniziativa rientra nell’ambito del progetto “Archeologica” promosso dalla Camera di Commercio di Cagliari e Oristano – ha detto il presidente –, ed è il frutto di una bella e rapida forma di collaborazione fra due soggetti fondatori della Fondazione: la Regione e il Comune. Proprio giovedì c’è stato a Roma l’incontro col ministro della Cultura Dario Franceschini e la firma del decreto di nomina dei consiglieri della Fondazione, che ora è dunque formalmente costituita».

Alla presentazione dell’iniziativa promozionale erano presenti anche il sindaco di Cabras, Andrea Abis, e i consiglieri Efisio Trincas e Graziella Pinna, mentre erano assenti per impegni contingenti Paolo Fresu e Patricia Olivo. «Il Comune, socio fondatore della Fondazione Mont ’e Prama, ha accolto con entusiasmo la proposta dell’assessore al Turismo – ha affermato il sindaco lagunare –, approvando con una delibera di giunta l’adesione al progetto che prevede una tariffa agevolata per l’ingresso ai luoghi della cultura». Dopo un mese è previsto un riscontro per verificare se la misura funziona. «Faremo delle verifiche – assicura Muroni – e vedremo se ci saranno i primi risultati».

Se la Fondazione ha iniziato il suo lavoro con grande entusiasmo, un intoppo si regsitra per la questione degli espropri dei terreni limitrofi all’attuale area di scavo nel Sinis. «C’è un’opposizione legale alla dichiarazione di pubblica utilità effettuata dal ministro della Cultura – ha rivelato il sindaco –. Risponderemo in sede legale, ma questo comporta naturalmente un allungamento dei tempi previsti». Il sindaco prova anche a fare una stima e parla di non meno di sei mesi: «Risolto questo problema, ci sarà da mettere in piedi la variante urbanistica e quindi di procedere all’esproprio».

La Fondazione guarda comunque al futuro: «Entro i primi giorni di settembre si riunirà il consiglio di amministrazione – ha annunciato Muroni – con l’adozione di una serie di atti preliminari e l’approvazione del programma operativo per il primo esercizio. Penso che il 2022 sarà l’anno in cui si vedranno i risultati dal punto di vista della comunicazione e del marketing. Cerchiamo dei partner internazionali che ci aiutino a portare il nome di Cabras nel Mondo».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Sae Sardegna SpA – sede legale Zona industriale Predda Niedda strada 31 , 07100 Sassari, - Capitale sociale Euro 6.000.000 – R.E.A. SS – 213461 – Registro Imprese di Sassari 02328540683 – CF e Partita IVA 02328540683


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.