Itinerari del Lago Omodeo, parte il restauro di Santa Greca

AIDOMAGGIORE. Si aggiunge un nuovo tassello alla pianificazione dello sviluppo locale sostenuta dai Comuni dell’Alto Oristanese con i fondi della programmazione negoziata. L’Unione del Guilcier ha...

AIDOMAGGIORE. Si aggiunge un nuovo tassello alla pianificazione dello sviluppo locale sostenuta dai Comuni dell’Alto Oristanese con i fondi della programmazione negoziata. L’Unione del Guilcier ha mandato in appalto i lavori di messa in sicurezza della chiesa di Santa Greca e la riqualificazione dell’area circostante. Il sito campestre del Comune di Aidomaggiore è tra quelli inseriti nell’itinerario turistico che sarà tracciato attorno al lago Omodeo attraverso il recupero dei sentieri, la realizzazione o il ripristino di infrastrutture e servizi dei paesi che si trovano nell’area del lago.

Per questo intervento, al momento in fase istruttoria, la dotazione è di un milione. Aidomaggiore rientra nell’itinerario con il sentiero che collega il paese al nuraghe Sanilo, al porticciolo e all’area di Santa Greca. L’iter relativo alla riqualificazione del sito è arrivato a uno stadio più avanzato. Nel giro di qualche settimana sarà allestito il cantiere, che in base al cronoprogramma non dovrebbe durare oltre i due mesi di lavorazione. Con i 130mila euro a disposizione sarà messo in sicurezza l’antico edificio di culto e l’area esterna sarà attrezzata per la sosta di visitatori e turisti.

«Crediamo molto negli sbocchi che possono offrire i progetti di sviluppo territoriale, a cui il nostro Comune ha legato il ripristino funzionale del punto ristoro che si trova fra Santa Greca e la statale 131 – afferma il sindaco Mariano Salaris –. Siamo in attesa che l’Anas si pronunci sulla richiesta dell’autorizzazione a costruire una stazione di servizio, opera che consentirebbe anche di accedere alla struttura ricettiva dalla superstrada. Dopo predisporremo il bando per la gestione».

Maria Antonietta Cossu

WsStaticBoxes WsStaticBoxes