Redditi dei consiglieri il più ricco è Pecoraro

Pubblicate le dichiarazioni anche degli assessori e del sindaco riferiti al 2020 In aula gli importi minori di imponibile per Andrea Murru e Monica Masia 

ORISTANO. Il più ricco è il medico dell'Udc Vincenzo Pecoraro, seguito dal primo cittadino Andrea Lutzu (FdI).

Il quadro che emerge dalla pubblicazione delle dichiarazioni dei redditi dei consiglieri comunali mostra un'assemblea civica più ricca della città che rappresenta: se l'imponibile medio dichiarato a Oristano nel 2019 è di 19 mila euro, in aula si arriva sino a 30 mila per quel che riguarda l'anno di imposta 2020.

La dichiarazione più cospicua è, appunto, quella dell'urologo Vincenzo Pecoraro, che ha percepito con l'attività professionale poco meno di 65 mila euro e per l'incarico di primario del reparto di urologia 60 mila. Un guadagno totale di 126 mila euro, con un imponibile di 116 mila.

Lo segue, a distanza di sicurezza, il sindaco Lutzu, che ha portato a casa nel 2020 97 mila euro: poco più di 50 mila corrispondono all'indennità da sindaco, mentre 44 mila euro arrivano dalla partecipazione al 50 per cento nello studio ingegneristico di famiglia Egeria. L'anno scorso, il sindaco aveva dichiarato un reddito imponibile di 63 mila euro circa. Se si guarda al Consiglio comunale, impossibile trovare qualcuno che li segua da vicino: solo il capogruppo di Fratelli d'Italia Peppi Puddu, bancario, supera la soglia dei 50 mila euro di imponibile, con 56 mila. L'esponente di ProgReS Andrea Riccio si conferma il più dotato dal punto di vista dei terreni, con un reddito fondiario non imponibile di 412 mila euro (due anni fa ammontava a 630 mila). Non presenta dichiarazione dei redditi la forzista Marina Canoppia, mentre i redditi più bassi sono quelli di Andrea Muru, con poco più di 2 mila euro, e Monica Masia, avvocata con un imponibile di poco meno di 4 mila euro. Tutti gli altri consiglieri stanno nella fascia tra i 13 mila euro dichiarati da Stefania Orrù (FI) e i 49 mila del capogruppo Pd Efisio Sanna. Non è disponibile, sembrerebbe per un errore di pubblicazione da parte degli uffici, la dichiarazione del sardista Danilo Atzeni.

Redditi più alti per la Giunta. Dopo Lutzu, la più ricca è l'assessora allo Sport Maria Bonaria Zedda con 61 mila euro, dal delegato all'Urbanistica Gianfranco Licheri con 52 mila e dall'assessore al Bilancio Angelo Angioi con 49 mila euro. Tutti e tre percepiscono un'indennità politica dimezzata, pari a 15 mila euro. L'indennità piena, 30 mila euro circa, spetta all'assessora ai Servizi Sociali Carmen Murru, che non dichiara altri redditi, al delegato dei Lavori pubblici Francesco Pinna, la cui dichiarazione non è stata pubblicata.

Marcella Sotgiu, attività produttive, è stata nominata a maggio e ha percepito 21 mila euro di indennità, mentre il reddito del 2020 ammontava a 27 mila euro. Il vice sindaco Massimiliano Sanna percepisce un'indennità di 37 mila euro e si tratta della voce più importante della sua dichiarazione.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes