La Nuova Sardegna

Oristano

Educazione ambientale

Gli alberi di Natale del Comune di Oristano nei giardini delle scuole


	I bambini di una scuola assistono alla piantumazione degli alberi
I bambini di una scuola assistono alla piantumazione degli alberi

Hanno trovato dimora nei giardini dei vari istituti. Sono stati piantati dopo le feste per evitare che rimanessero nei vasi e si seccassero

30 gennaio 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Oristano Non piaceva a nessuno vedere che, giorno dopo giorno, si seccavano sino a morire. Le piante hanno una lunga vita se ben curate e vedere che si ingiallivano suonava di sfregio all’ambiente. Il Comune ha così scelto di fare un regalo alle scuole cittadine che nei loro giardini accolgono gli alberi di Natale contenuti nei vasi e che ora avranno nuova dimora nei giardini delle scuole dell’obbligo di proprietà dell’amministrazione. Nei giorni scorsi, alla presenza dell’assessora all’Ambiente Maria Bonaria Zedda e del coordinatore del Centro per l’Educazione Ambientale e alla Sostenibilità Aristanis Antonio Ricciu, sono stati piantati tutti gli abeti che erano stati donati a dicembre alle scolaresche e che erano altrimenti destinati a fare brutta fine.

«In questo modo, gli alberi di Natale non verranno buttati via, ma diventeranno una parte del paesaggio della scuola e un simbolo della nostra attenzione per l'ambiente», spiega l’assessora Maria Bonaria Zedda, con il suo collega di giunta all’Istruzione Luca Faedda che ricorda anche la valenza educativa per gli alunni. Il progetto, promosso dall’assessorato all’Ambiente e curato dal CEAS, è nato in un’ottica di promozione delle tematiche sulla sostenibilità ambientale, si è concretizzato, durante le ultime feste di Natale, con la donazione agli istituti comprensivi delle scuole primarie e secondarie di primo grado della città, ma anche al Centro di igiene mentale dell’ASL e alla Casa Circondariale Salvatore Soro, gli alberi di Natale successivamente addobbati secondo un’ottica di riciclo e riuso dei materiali.

Alla ripresa delle lezioni dopo la pausa di fine anno, gli operatori del Ceas hanno fatto da assistenti agli alunni che si sono occupati nella messa a dimora degli alberi nei giardini delle scuole. «È stata un’iniziativa semplice con un segnale forte rivolto alle nuova generazioni – commenta Antonio Ricciu, responsabile del Ceas –. Volevamo far comprendere la rilevanza che gli alberi ricoprono nelle aree urbane come fonti di ossigeno imprescindibili per ridurre le emissioni di gas serra, da sempre una grande problematica degli ambienti cittadini, e per donare una qualità di vita migliore agli abitanti».

In Primo Piano
La delibera

Allarme siccità, la Regione autorizza e finanzia nuovi pozzi e dissalatori

Le nostre iniziative