La Nuova Sardegna

Oristano

La Giornata del Ricordo

Oristano commemora le vittime delle foibe


	Un momento della cerimonia in via Garibaldi
Un momento della cerimonia in via Garibaldi

Cerimonia in via Garibaldi col prefetto e il sindaco assieme agli scolari dell’istituto comprensivo di Marrubiu

10 febbraio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Oristano La città ha commemorato le vittime delle foibe. La commemorazione è stata fatta in via Garibaldi, con la presenza del prefetto Salvatore Angieri, del sindaco Massimiliano Sanna e delle principali autorità civili, religiose e militari della provincia. Per l’occasione, una scolaresca dell’Istituto Comprensivo Statale di Marrubiu, ha letto alcune poesie in ricordo delle vittime di quel tragico evento. «Gli eccidi delle Foibe – spiega il prefetto Angieri – sono stati una dolorosa pagina della nostra storia recente, per troppi anni dimenticata. Siamo qui oggi riuniti a rendere il doveroso omaggio a tutti i nostri connazionali che persero la vita in quelle terribili circostanze. È nostro dovere impedire che simili atrocità possano ripetersi».

Il prefetto, insieme al sindaco, ha poi proceduto alla deposizione di una ghirlanda sotto l’Ulivo Tricolore. «Siamo qui per ribadire la nostra identità democratica ed europea, – ha detto il primo cittadino – dimostrando di essere attenti alla storia e alle vicende dolorose, vissute che ci ha preceduto. Combattere l’oblio è un’opera faticosa, ma sempre indispensabile».

Al termine della cerimonia, il prefetto ha consegnato alla nipote di Francesco Spiga, milite di Marrubiu giustiziato in Montenegro nel 1943 dai partigiani di Tito, un’onorificenza appositamente concessa dal Presidente della Repubblica. «In una società così multietnica come la nostra – ha concluso il prefetto – dobbiamo insegnare alle nuove generazioni una convivenza basata sul rispetto reciproco e sulla collaborazione. Auspico che la presente celebrazione serva a ricordo di tutti noi e sia di monito per le future generazioni».

Elezioni regionali 2024

Video

Agricoltori e pastori, sale la tensione: chiedono di incontrare Giorgia Meloni e bloccano il traffico all'ingresso di Cagliari

Le nostre iniziative