La Nuova Sardegna

Oristano

Ambiente

Bosa, legnatico per i residenti indigenti

di Alessandro Farina

	Sa Costa e il castello sul colle di Serravalle
Sa Costa e il castello sul colle di Serravalle

Lo ha deciso il Comune

19 aprile 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Bosa Il legname rimasto dopo la potatura degli alberi operata da Forestas in particolare nella zona del colle di Serravalle, sotto le mura del castello, potrà essere assegnata a titolo gratuito ai cittadini, secondo precise modalità stabilite dalla delibera di indirizzo della giunta comunale approvata il 16 aprile, che ha dato via libera al “Bando pubblico di disponibilità legna da ardere.”

Nelle scorse ore il responsabile dell’ufficio comunale competente, quello ai Servizi Sociali, ha pubblicato una nota che richiama alle principali disposizioni per poter accedere al legnatico. In particolare i destinatari di quello che assume la veste di un “aiuto sociale” devono essere residenti a Bosa ed in possesso di certificazione Isee non superiore a ottomila euro.

Il materiale disponibile, inoltre, potrà essere utilizzato solo da privati e per uso domestico, per una sola fornitura di un metro cubo destinata al nucleo familiare che, presentata domanda, dovesse rientrare nella graduatoria dei beneficiari e comunque fino ad esaurimento della disponibilità di legna.

Per partecipare al bando sarà necessario compilare un apposito modulo, che è possibile scaricare dal sito internet istituzionale del comune, che andrà corredato da certificazione Isee e copia del documento di identità di chi partecipa. L’istanza andrà presentata al comune nelle forme e nei modi stabiliti dal bando, entro le undici del mattino del 29 aprile 2024 la data indicata.

In Primo Piano
Emergenza

Siccità, nuove restrizioni. Ambrogio Guiso: «Un massacro per le campagne»

di Salvatore Santoni
Le nostre iniziative