La Nuova Sardegna

Oristano

Inconvenienti

La Asl taglia i posti letto a Medicina al San Martino di Oristano, la rabbia del Comitato per la salute


	L'ingresso del San Martino
L'ingresso del San Martino

Nota della Asl del 22 aprile scorso

25 aprile 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Oristano «Con la presente si dispone la riduzione dei posti letto dell’area medica. A seguito di ulteriore carenza di dirigenti medici in servizio presso la UOC di Medicina Interna del P.O. San Martino di Oristano, che conta attualmente un Direttore e quattro dirigenti medici a tempo pieno e un dirigente medico a tempo parziale, quindi una condizione di carenza di risorse umane ulteriormente accentuatasi per la malattia di uno dei dirigenti medici in servizio, nel rispetto dei criteri di accreditamento si rende necessaria la riduzione dei posti letto a 25 letti per ricovero ordinario e uno per Day Hospital A questo proposito è utile rimarcare che la contrazione dei letti di degenza risponde comunque ai criteri dell’accreditamento per l’area di Degenza Medica, Categoria 2B Livello assistenziale di base medico, a cui afferisce la Medicina interna, rispetto al numero di medici attualmente presente in reparto. Tale riduzione garantisce un adeguato livello di assistenza e di sicurezza e qualità delle cure per i pazienti e gli operatori». Con questa lettera del 22 aprile il direttore generale della Asl Angelo Maria Serusi mette un limite agli accessi a Medicina per le prossime settimane.

A questa decisione risponde il Comitato per la Salute, che in una nota ricorda che «negli anni, nonostante le denunce del Comitato per il diritto alla salute, la struttura è stata ,nel silenzio delle istituzioni, progressivamente depotenziata negli organici. Nulla è stato fatto per trattenere il personale. Si sono cercate cure più gravi della malattia. Crediamo che gli ultimi cinque medici rimasti al lavoro non reggeranno ancora per molto e il rischio chiusura del reparto potrebbe essere dietro l’angolo . Chiediamo un intervento urgentissimo del nuovo assessore alla sanità che appena insediato, avrà da risolvere un non facile problema. Ai pazienti di Oristano e provincia non può essere negato il diritto all' assistenza».

In Primo Piano
Baronia

Spari nella sede del consorzio di bonifica di Siniscola, il consigliere comunale Giovanni Bomboi è ricercato dai carabinieri

di Sergio Secci
Le nostre iniziative