La Nuova Sardegna

Oristano

Paura all’alba

Aggredita da due cani nella zona industriale di Oristano–Santa Giusta

di Maria Antonietta Cossu

	Cani randagi (archivio)
Cani randagi (archivio)

Ferita dai morsi alle gambe una 27enne che stava facendo una passeggiata mattutina. Gli animali sarebbero usciti dal cancello di un’azienda di via Parigi per poi assalire la ragazza

01 giugno 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Oristano Paura, ferite, un passaggio al pronto soccorso per le cure e ora attenzione alta per controllare nei prossimi giorni che non ci siano infezioni. La conoscenza delle regole comportamentali da adottare in caso di pericolo non è servita a una giovane donna di Santa Giusta a salvarsi dall’aggressione di due cani di grossa taglia che l’hanno azzannata mentre passeggiava nella zona industriale di Oristano-Santa Giusta. Erano da poco passate le 6.30 di stamattina, sabato 1° giugno, quando la ragazza, uscita di casa per la consueta passeggiata mattutina, è incappata in due esemplari, forse di pastore maremmano, posti a guardia di uno stabilimento di autodemolizioni di via Parigi.

La ventisettenne stava transitando sul lato opposto della strada quando gli animali l’hanno improvvisamente attraversata e le si sono avventati contro. La donna ha cercato di farli desistere assumendo un atteggiamento remissivo, arrestando la propria marcia e alzando le braccia in segno di resa, ma gli animali hanno continuato ad avanzare minacciosi nella sua direzione. In preda allo spavento ha quindi urlato invano per attirare l’attenzione di qualcuno, ma nel giro di pochi istanti l’esemplare più grosso l’ha morsa al polpaccio sinistro provocandole alcune lacerazioni. Solo l’intervento provvidenziale di un automobilista ha impedito il peggio. Il conducente si è interposto tra la vittima e i due molossi allontanandoli. Ferita e dolorante, la ragazza è riuscita a chiamare al telefono i familiari, che sono accorsi in suo aiuto subito dopo aver allertato il 113.

Al pronto soccorso, da cui è stata dimessa con sette giorni di prognosi, i medici hanno curato le due lesioni riportate al polpaccio sinistro, giudicate superficiali, somministrato l’antibiotico e prescritto la profilassi per l’esposizione ai morsi di animali. Da una prima ricostruzione di quei pochi, ma concitati minuti, sembrerebbe che i due cani siano usciti dal cancello della ditta di autoricambi e soccorso stradale di Salvatore Curreli, lasciato inavvertitamente aperto dai dipendenti arrivati per primi sul posto di lavoro. Appena appresa la notizia dell’aggressione il proprietario dei cani da guardia si è recato in ospedale per sincerarsi delle condizioni della ragazza e per farsi carico delle proprie responsabilità e degli oneri relativi ai danni fisici subiti dalla giovane. Oltre all’indennizzo dovuto alla vittima, il proprietario rischia una sanzione per omessa custodia.

In Primo Piano
L’emergenza

Campagne invase dai cinghiali: agricoltori sul piede di guerra

di Salvatore Santoni

Video

Viaggio nel laboratorio artigiano algherese delle tavole da surf richieste in tutto il mondo

Le nostre iniziative