La Nuova Sardegna

Oristano

L’appuntamento

Al teatro Garau di Oristano Gad Lerner presenta “Gaza”


	Gad Lerner
Gad Lerner

L’anteprima di Propagazioni Festival: mercoledì 19 giugno alle 21

17 giugno 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Oristano Israele, il suo futuro, la drammaticità di un conflitto che sta dividendo l’opinione pubblica a livello mondiale: saranno temi centrali della prima delle anteprime della terza edizione del Propagazioni Festival, in cui il protagonista – al Teatro Garau, mercoledì 19 giugno, dalle 21 - sarà il giornalista Gad Lerner. Nato a Beirut da genitori ebrei stabilitisi in Palestina prima ancora che nascesse lo Stato d’Israele, uno dei più importanti e conosciuti giornalisti italiani salirà sul palco per presentare il suo ultimo libro “Gaza: odio e amore per Israele”, edito da Feltrinelli. Lerner dialogherà con il direttore artistico del festival Vito Biolchini e proporrà al pubblico argomenti e domande che animano la sua sofferta riflessione sul conflitto israelo-palestinese: “Che futuro può avere questo Israele? Che funzione può esercitare il filone ebraico della tolleranza?”. E soprattutto: “Si può vivere in paradiso sapendo di avere l’inferno accanto?”. L’incontro, in diretta sulla pagina Facebook del festival organizzato dall’associazione Heuristic con il sostegno della Regione Sardegna e dei comuni di Oristano e San Vero Milis, dopo alcune anteprime nel mese di luglio, entrerà nel vivo della sua terza edizione tra il 20 e il 24 agosto a Oristano, Mandriola e Arborea.

“Gaza: odio e amore per Israele” è un libro sincero e necessario per non finire arruolati negli stereotipi delle opposte fazioni, preludio di ogni guerra, e prende spunto dal noto episodio di Sansone, il guerriero ebreo che secondo la Bibbia a Gaza perse la vita fra le macerie insieme ai nemici: il popolo dei filistei che dà il nome alla Palestina moderna.

“È da Gaza che il 7 ottobre 2023 hanno sconfinato le milizie di Hamas per compiere in Israele il più terribile massacro di ebrei dal tempo della Shoah”, spiega Lerner, “e sugli abitanti di Gaza che il governo Netanyahu ha scatenato una sanguinosa offensiva militare con il risultato di screditare la reputazione di Israele e isolarlo come mai prima d’ora”. Nell’anteprima di Propagazioni Festival, Gad Lerner si misurerà dunque con il fanatismo identitario che ha contagiato i due popoli in guerra.

In Primo Piano
L’appello

La mamma di Michael: «Non può essere svanito nel nulla, aiutatemi»

di Gianni Bazzoni
Le nostre iniziative