regione

Anche il Crs4 nell'esperimento dei neutrini


27 settembre 2011


 CAGLIARI. Il Crs4 partecipò alla progettazione del sistema che ha permesso l'esperimento dei neutrini da Ginevra al Gran Sasso. «Una piccola ma significativa soddisfazione», affermano. Nel 2005 il team del centro di calcolo, già presieduto dal Nobel Carlo Rubbia, ha realizzato per il Cern di Ginevra una simulazione numerica del "target di carbonio" contro il quale viene indirizzato il fascio di protoni, necessario a generare i neutrini. Che a loro volta vengono sparati da Ginevra sino al Gran Sasso, attraverso la crosta terrestre. E che hanno portato al presunto superamento della velocità della luce.  Il Crs4 ha contribuito a valutare la resistenza delle asticelle di carbonio, lunghe complessivamente 2 metri, che si trovano nella parte finale dell'acceleratore di protoni, nelle quali viene concentrata l'energia. L'impatto dei protoni sul target disgrega la materia, rilasciando le particelle elementari che la costituiscono, e infine i neutrini. Se questo target di carbonio non regge, tutto l'esperimento crolla. (r.p.)

Sae Sardegna SpA – sede legale Zona industriale Predda Niedda strada 31 , 07100 Sassari, - Capitale sociale Euro 6.000.000 – R.E.A. SS – 213461 – Registro Imprese di Sassari 02328540683 – CF e Partita IVA 02328540683


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.