La Nuova Sardegna

«Non c’è alcun movente sessuale»

Gli avvocati della famiglia Azzena, barbaramente trucidata sabato scorso nella sua casa di via Villa Bruna, escludono categoricamente che fra le motivazioni dell’orrendo delitto possano esservi...

27 maggio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





Gli avvocati della famiglia Azzena, barbaramente trucidata sabato scorso nella sua casa di via Villa Bruna, escludono categoricamente che fra le motivazioni dell’orrendo delitto possano esservi implicazioni di carattere sessuale o sentimentale. La nota, stringata e priva di qualunque tipo di commento, arriva nel tardo pomeriggio di ieri, con una nota, a firma degli avvocati Tore Diana e Filippo Orecchioni, che sin dai primissimi minuti dopo la scoperta del triplice omicidio sono stati accanto ai familiari per assisterli nelle varie fasi che accompagnano sempre questo tipo di eventi. Perquisizioni, interrogatori, confronti e indagini varie. «Come legali dei familiari delle vittime, in merito alle notizie apparse con una certa insistenza nell’ultimo periodo, ci sentiamo di escludere in modo categorico che questa drammatica vicenda possa in qualche modo avere risvolti sensuali o sentimentali. Riteniamo che la sfera intima debba essere rispettata e non debba assolutamente essere oggetto di valutazioni o illazioni lesive per le vittime e per la loro memoria». Di più, Tore Diana e Filippo Orecchioni non dicono. Richiesti subito dopo i funerali di un loro commento, i due legali, in perfetto accordo con la famiglia, avevano deciso, per il momento, di tacere «nel rispetto delle vittime ma anche nel rispetto dell’immenso dolore che la vicenda aveva provocato». Sul duplice delitto, subito dopo il fermo di Angelo Frigeri, erano state fatte molte illazioni e supposizioni, definite «malattia dell’animo» dal vescovo Sanguinetti nel messaggio letto durante i funerali. (angelo mavuli)

In Primo Piano
Meteo

Nubifragi e grandinate: dal Sassarese alle Baronie il maltempo colpisce il nord Sardegna

Le nostre iniziative